Home»Archivio»Città possibile (Page 2)

BOSCO VERTICALE

BOSCO VERTICALE

Un ottimo esempio di bosco verticale è quello costruito nel 2014, al centro di Milano, dall’architetto Stefano Boeri, il teorizzatore della città verde, che ha curato vari progetti di riforestazione e rinaturazione in varie parti del mondo. 

Londra e la mobilità sostenibile

Londra e la mobilità sostenibile

A Londra, una metropoli da 8 milioni e mezzo di abitanti, ci sono 900 chilometri di piste ciclabili. La capitale inglese possiede la più grande pista ciclabile d’Europa, voluta dal sindaco conservatore Boris Johnson, un politico convinto della necessità di mettere in campo ingenti finanziamenti per la mobilità ciclistica urbana. Boris Johnson ha dichiarato che un partito si suicida politicamente se omette di finanziare la mobilità ciclistica, voluta dai due terzi dei londinesi.

I SUPERBLOCCHI DI BARCELLONA

I SUPERBLOCCHI DI BARCELLONA

La strada, da luogo monofunzionale, monotono e impoverente, pensato in funzione del monopolio radicale dell’automobile, viene riconquistata alla libera fruizione dei cittadini e diviene spazio dinamico, accogliente e aperto alla socialità. Si è recuperata, così, la funzione sociale della strada, come spazio per l’incontro, il soggiorno, il tempo libero, la cultura e lo sport.

INDIETRO TUTTA: UNA IATTURA PER IL FUTURO DI SAN FERDINANDO DI PUGLIA

INDIETRO TUTTA: UNA IATTURA PER IL FUTURO DI SAN FERDINANDO DI PUGLIA

Alla luce delle drammatiche emergenze ambientali e sociali di dimensioni planetarie e considerato il ritardo da incubo che caratterizza la città di San Ferdinando di Puglia, non è esagerato affermare che, in questa particolare contingenza storica, la mentalità politica di cui è portatrice “Indietro tutta” sia una iattura per il futuro della nostra città.

LA BICICLETTA È COOL E REGALE

LA BICICLETTA È COOL E REGALE

La principessa Mary di Danimarca accompagna i figli a scuola tutti i giorni in bicicletta. Anche quando nevica. Invitiamo i genitori italiani, che si ostinano a voler parcheggiare quasi dentro la scuola dei loro figli, a meditare sui nostri ritardi strutturali e culturali. Riflettiamo. Chi pratica una scelta cool e regale e chi invece si sposta ancora come un matusa?

Crowdfunding e startup

Crowdfunding e startup

Bologna, Milano, Capannori. Sono solo alcuni dei comuni italiani che hanno deciso di promuovere startup giovanili con idee innovative ad elevato impatto sociale e progetti d’impresa, legati all’economia circolare, sostenendo la ricerca di finanziamenti dal basso attraverso il crowdfunding (crowd folla e funding finanziamento).

SMART EDUCATION

SMART EDUCATION

Il lungo processo di edificazione della Smart city necessita di una precondizione: la presenza di Smart people, una vasta gamma di persone dinamiche, creative e intraprendenti, la cui formazione compete principalmente alla scuola. Ma l’istituzione scolastica italiana ha serie difficoltà a comprendere la sfida che le sta di fronte e ad assumersi l’onere formativo degli Smart citizen. L’Italia sul digitale sta pagando almeno dieci anni di ritardo rispetto agli altri Paesi europei, per responsabilità che possono essere attribuite, tra le altre cause, alle gravi inadempienze storiche della scuola italiana e alla condizione di crisi profonda in cui versa, che è sintetizzabile in sei punti.

CONTARE PER CAMBIARE

CONTARE PER CAMBIARE

Nella lenta trasformazione delle attuali città in Smart city, un ruolo importante è svolto dall’Internet of Things (IoT), che può contribuire a cambiare in meglio la vita dei city user. Una delle soluzioni più interessanti dell’IoT in ambito urbano è costituita dalla rete di sensori stradali e videocamere di sicurezza per il conteggio dei mezzi motorizzati, delle biciclette e dei pedoni in ingresso e in uscita dal centro della città.

Smart Mobility

Smart Mobility

Negli ultimi quarant’anni si è assistito ad un notevole aumento delle esigenze relative alla mobilità urbana. Per gestire l’accresciuta domanda di mobilità e ottimizzare le risorse disponibili, in un’ottica di efficienza, efficacia, risparmio energetico e sostenibilità, la tecnologia può aiutare gli amministratori di una città a individuare le migliori politiche di Smart Mobility.

OPEN GOVERNMENT: Potere ai cittadini. Trasparenza. Cambiamento (Parte 1)

OPEN GOVERNMENT: Potere ai cittadini. Trasparenza. Cambiamento (Parte 1)

Il palazzo municipale di una smart city dovrebbe ricordare un edificio dalle pareti di vetro, trasparente per tutti: cittadini, professionisti, imprese e scuole. Grazie alle potenzialità di internet e delle nuove tecnologie, possono essere eliminate le patologie tipiche della burocrazia barocca: lentezza e inutili complicazioni. Può essere più semplice e immediato per gli stakeholder avere accesso a dati e documenti, partecipare alla vita politica della comunità e collaborare alla costruzione del suo futuro, in un lavoro orizzontale con i decisori politici, privo di diffidenza reciproca.

BILANCIO PARTECIPATIVO (3)

BILANCIO PARTECIPATIVO (3)

Il successo riscosso a Grottammare dal Bilancio partecipativo denominato “Decido io!” ha stimolato negli anni l’interesse di altri Comuni. Oggi sono circa 35 i Comuni italiani che hanno sperimentato questo metodo di partecipazione civica e hanno dimostrato che il Bilancio partecipativo è un’esperienza replicabile ed è molto apprezzata dai cittadini.

Contatti

Matteo Della Torre - Direttore responsabile

Uomoplanetario.org San Ferdinando di Puglia, 76017 - Italia

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT