Home»Archivio»Articoli»Editoriale (Page 5)

La scuola, la caserma e la macina al collo

La scuola, la caserma e la macina al collo

A Pisa una scuola-istituzione, che continua a dimostrarsi, per certi aspetti, una “caserma prussiana”, sposta fisicamente 1500 bambini dalla “scuola-caserma” alla “caserma Gamerra” della Brigata Folgore, in nome dell’educazione alla pace e alla solidarietà. Un incredibile esempio di violenza culturale che esalta le virtù del militarismo tra le giovani generazioni. Da non imitare.

San Ferdinando di Puglia: “Trasparenza Zero” e 180 giorni di malamministrazione

San Ferdinando di Puglia: “Trasparenza Zero” e 180 giorni di malamministrazione

C’è una città che dello “Zero” in politica amministrativa ha fatto una bandiera. In negativo. Ne ha collezionati una serie infinita. Uno zero dopo l’altro, in una sconfortante progressione, ha contabilizzato con tronfio orgoglio la propria aritmetica del nulla.
E’ San Ferdinando di Puglia, una città arretrata e sciatta, con una dimensione comunitaria delle dinamiche sociali e della partecipazione civile in stagflazione, caratterizzata cioè da un’inflazione di chiacchiere fatue e dalla stagnazione dei fatti. Questa situazione incresciosa persiste immobile da decenni, stretta in una morsa tra l’indifferenza della cittadinanza e l’incapacità di molti politici.

La preoccupante reticenza del popolo della sinistra

È triste constatare che nel giorno in cui si sono incontrati per la prima volta a San Ferdinando di Puglia tutti i movimenti che si oppongono alla costruzione degli inceneritori, non sia emersa questa semplice verità: la sinistra che governa è favorevole agli inceneritori, con tutta la catena di gravi problemi scientificamente provati per la salute pubblica che essi generano. Anche se si comprende che la sinistra è propalatrice del pensiero unico favorevole agli inceneritori, l’imperativo è non disturbare la navigazione dei propri leader muovendo critiche, indicando incoerenze ed errori.

Diciotto anni al servizio dell’informazione libera

Diciotto anni al servizio dell’informazione libera

Il grido dei poveri nacque nel marzo del 1992, in piena “era della disinformazione”. Sono trascorsi diciotto anni dalla prima uscita di questo mensile che oggi festeggia la raggiunta maggiore età. Abbiamo mantenuto le zanne, non ossequenti a nessuna sacrestia religiosa, né tantomeno politica o economica, per non abdicare, nel nostro piccolo, al compito fondamentale del giornalismo di essere “cane da guardia” della democrazia e della libertà.

La corsa all’energia da biomasse

La corsa all’energia da biomasse

La notizia della possibile costruzione di una grande centrale elettrica a tre km da San Ferdinando di Puglia sta giustamente preoccupando la popolazione del nostro paese. Su iniziativa di quattro associazioni è stato prodotto un documento di condanna.

Siate cattivi a Natale, buoni tutto l’anno

Siate cattivi a Natale, buoni tutto l’anno

L’esortazione di un barbone senza tempo, in rappresentanza degli innumerevoli poveri “sassati e castrati”, all’uomo satollo di benessere ma impregnato di disperazione, nell’imminenza delle festività natalizie. “E’ ora di dire basta – scriveva don Tonino Bello – alla strizzatina di buoni sentimenti che vien fuori dalla torchiatura del nostro cuore”. Un invito ad uscire dall’autogratificazione delle elemosine natalizie e dal sonnolento tepore delle nostre vite tranquille ed indifferenti, per cambiare gli stili di vita consolidati ed impegnarci a non “fabbricare nuovi poveri”.

Contatti

Matteo Della Torre - Direttore responsabile

Uomoplanetario.org San Ferdinando di Puglia, 76017 - Italia

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT