Home»Archivio»Foto

Se questo è davvero il migliore dei mondi possibili, perché siamo così infelici?

Se questo è davvero il migliore dei mondi possibili, perché siamo così infelici?

Un reportage dal TED 2018. Abbiamo passato quattro giorni a Vancouver nel tempio degli ottimisti e del positivismo globale per ascoltare dagli speaker convocati da Chris Anderson cosa aspettarci per i tempi a venire. Per esempio dalla Rete e dalla tecnologia, che promettevano di liberarci dalle catene del lavoro e dei regimi, non di fare business con le nostre identità. Torniamo a casa con due brividi addosso. Uno positivo e di speranza (grazie Steven Pinker e Cesar Hidalgo). L’altro di angoscia: i libri di Jaron Lanier e James Bridle ci avvertono di stare lontani il più possibile da Internet.

Quattro dubbi sull’attacco militare alla Siria

Quattro dubbi sull’attacco militare alla Siria

L’attacco missilistico anglo-franco-americano lanciato in Siria per punire il governo e dissuaderlo dall’uso di armi chimiche dovrebbe fermare per un breve periodo questo barbaro strumento di guerra, come già successo in passato. Tuttavia, nel contesto del tradizionale e prolungato militarismo americano ed europeo in Medio Oriente, l’operazione genera sensazioni contrastanti perché restano forti dubbi in merito alla sua efficacia, legittimità, credibilità e comprensione del contesto siriano.

SONO QUESTE LE DONNE…

SONO QUESTE LE DONNE…

Se dovessi predire il futuro dell’umanità guardando alla massa amorfa delle donne ancora prigioniere delle antiquate idee patriarcali e/o abbagliate dalla vanità, prevarrebbe il pessimismo. L’esempio di queste donne, che hanno il coraggio di opporsi ai crimini ambientali e lottano per costruire un mondo migliore, mi induce a credere che, nonostante tutto, l’umanità riuscirà a trovare un via d’uscita per salvarsi dall’estinzione.

Noi pacifisti latitanti

Noi pacifisti latitanti

La pace viene ricordata solo quando c’è qualche episodio eclatante. Ma quando solo qualche mese fa si sono scritti i programmi elettorali delle forze politiche più significative la stessa enfasi non è stata utilizzata affinchè ci fosse in quei programmi la cancellazione degli F35 e per fare in modo che il tema della pace e della guerra avesse la stessa dignità di tutto il resto e non derubricato alle “varie e eventuali”.

Papa Francesco risponde a chi lo accusa di essere comunista: “Povertà e migranti non sono temi marginali”

Papa Francesco risponde a chi lo accusa di essere comunista: “Povertà e migranti non sono temi marginali”

Papa Francesco risponde così, nella sua esortazione apostolica sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, intitolata Gaudete et exsultate, a chi lo accusa di essere comunista per il suo costante impegno in favore dei profughi. Un impegno che, secondo i suoi critici più accesi nel mondo cattolico, andrebbe a discapito dei cosiddetti “valori non negoziabili”, ovvero quelli che riguardano la sfera bioetica.

PARLIAMO IN MODO SERIO DEL CANCRO DELLA PEDOFILIA NELLA CHIESA CATTOLICA

PARLIAMO IN MODO SERIO DEL CANCRO DELLA PEDOFILIA NELLA CHIESA CATTOLICA

L’obbligo del celibato impone ai preti di astenersi da qualunque attività sessuale, i loro impulsi sono però virulenti, col rischio che il tabù e l’inibizione sessuale li induca a ricercare una qualche compensazione. In nome della verità, la correlazione tra l’obbligo del celibato e gli abusi non può essere semplicemente negata, ma va presa invece in seria considerazione.

Divieto di sosta su pista ciclabile 100% cattolico

Divieto di sosta su pista ciclabile 100% cattolico

Il cattolico si sa è l’antiecologista per antonomasia. Ama inquinare. Quando si sposta in città va sempre in automobile. Per solennizzare, anzi per sacralizzare questo suo limite, quando va a Messa, ama andarci con la sua adorata vettura. I finti devoti sono specialisti nel violare le regole imposte dalla loro religione. Per non perdere l’allenamento, violano allegramente anche quelle civili.

ll computer grande come un chicco di sale

ll computer grande come un chicco di sale

È un vero computer, alimentato a energia solare (non c’è posto ovviamente per collegare ad una presa di corrente elettrica), ed ha una potenza di calcolo paragonabile a quella dei personal computer che usavamo negli anni ‘90. A cosa serve? A tante cose.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT