Home»Archivio»Diritti umani»No al razzismo

Perché il programma di Salvini sull’immigrazione è impraticabile

Perché il programma di Salvini sull’immigrazione è impraticabile

Matteo Salvini scende da una Bmw grigia nella spianata di cemento dell’hotspot di Pozzallo verso le quattro del pomeriggio di domenica 3 giugno. L’aria è ferma. Intorno a lui si raccoglie un gruppo di autorità tra cui il governatore della Sicilia Nello Musumeci, forze dell’ordine e operatori umanitari. È la sua prima visita ufficiale da ministro dell’interno e da vicepremier. Ha condotto la campagna elettorale con gli slogan xenofobi “A casa loro” e “Prima gli italiani” e ora che è al governo vuole ribadire il suo programma di rimpatri, tagli all’accoglienza e ostilità contro le organizzazioni non governative, così il centro di identificazione di uno dei porti più meridionali della Sicilia diventa un palcoscenico per inaugurare il suo mandato.

Elezioni, Amnesty: “Italia intrisa d’odio e razzismo. 95% delle frasi xenofobe dal centrodestra”. Salvini in vetta, Meloni seconda

Elezioni, Amnesty: “Italia intrisa d’odio e razzismo. 95% delle frasi xenofobe dal centrodestra”. Salvini in vetta, Meloni seconda

E’ un’Italia che “sembra concentrare più di altri Paesi europei le dinamiche di tendenza all’odio”, quella ritratta da Amnesty International nel suo Rapporto 2017-2018 sulla situazione dei diritti umani di 159 Stati del mondo. Sono i primi risultati del Barometro dell’odio, monitoraggio delle dichiarazioni sui social di 1.425 tra candidati a Camera e Senato, 17 leader politici e i candidati a presidenti delle regioni Lazio e Lombardia.

1 2 3 8

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT