Home»Archivio»Città possibile

Calcetto gratis. Bari chiama Indietro tutta

Calcetto gratis. Bari chiama Indietro tutta

Guardandosi intorno con un minimo di attenzione si può notare in via Massimo D’Azeglio la presenza di un campo di calcetto nuovo lasciato perennemente chiuso e inutilizzabile liberamente dai cittadini. A dieci metri da questo campo c’è il Parco comunale “Giuseppe Di Vittorio”, dove i nostri concittadini minorenni sono lasciati allo sbando dal mondo adulto, pieni di energie represse, canalizzate in comportamenti negativi e incivili, fino all’estremo del vandalismo. Per chi attribuisce allo sport poteri taumaturgici preventivi e curativi per ogni forma di devianza (vedi programma amministrativo di Indietro tutta), lasciare chiuso quel campo rappresenta una contraddizione himalayana.

OSARE SOGNI PROIBITI

OSARE SOGNI PROIBITI

Permettetemi di condividere con voi un mio sogno ricorrente, di quelli che si fanno ad occhi aperti, nel quale ho la fortuna di abitare in un Comune italiano ecosostenibile, che non si fa mancare nulla. Una città che è andata al di là delle convinzioni, delle consuetudini consolidate e ha operato il salto dal passato al futuro, ben ancorata ad un’idea precisa: il bene comune si costruisce nel presente cambiando lo stile di vita individuale dei cittadini, insieme ai modelli sociali e adottando uno stile amministrativo inclusivo che favorisca la partecipazione e le decisioni condivise. 

Per il trasporto pubblico il modello è Curitiba

Per il trasporto pubblico il modello è Curitiba

Quando i politici bisticciano su chi debba mettere le mani sul potere, può capitare che per uscire dall’impasse il sistema si rivolga ad un outsider. Ed è così che dalla volontà di una persona estranea al sistema dei partiti è nata l’utopia concreta, ossia la prima smart city al mondo. Tutto questo è accaduto nel 1971 in Brasile a Curitiba, la capitale del Paranà, da quando è stato eletto Sindaco Jaime Lerner, un giovane architetto, outsider della politica. 

BOSCO VERTICALE

BOSCO VERTICALE

Un ottimo esempio di bosco verticale è quello costruito nel 2014, al centro di Milano, dall’architetto Stefano Boeri, il teorizzatore della città verde, che ha curato vari progetti di riforestazione e rinaturazione in varie parti del mondo. 

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT