Home»Foto»AMMINISTRAZIONI COMPARATE

Matteo Della Torre

I rifiuti abbandonati a San Ferdinando di Puglia sono ubiquitari da decenni. Li si incontra ad ogni passo e con particolare intensità nelle periferie urbane. Negli anni, l’invasione della monnezza è stata percepita dai cittadini come “normale”.

È quantomai utile effettuare una COMPARAZIONE tra la realtà di San Ferdinando di Puglia e altri comuni pugliesi. 

Oggi iniziamo con il Comune di Laterza, in provincia di Taranto. Recentemente ho avuto modo di visitarla e non ho notato neppure una carta per terra. Di rifiuti abbandonati nelle periferie neanche a parlarne. 

Nella foto di sinistra si vede il percorso ciclo-pedonale-podistico di Laterza, a destra la foto della strada di campagna utilizzata ogni giorno dai cittadini di San Ferdinando di Puglia per la camminata veloce e il jogging. Notate le differenze? Lindore e profumo di bosco a Laterza, discarica nauseabonda a San Ferdinando di Puglia.

Chiariamo subito che i cittadini di Laterza non sono affetti da una sindrome virale di civismo esasperato e patologico. Così come non lo sono i cittadini di Martina Franca (Ta).

Questa estate, meravigliato per la pulizia delle strade e delle periferie di Martina Franca, ho chiesto a due cittadini come mai in questa città nessuno sporcasse. La loro risposta deve farci riflettere: “I cittadini sporcano, sono gli amministratori che puliscono perché hanno a cuore il decoro della nostra città”. Eccallà. L’unica differenza tra San Ferdinando di Puglia, Laterza e Martina Franca in merito ai rifiuti è l’operato degli amministratori.

Gli amministratori di San Ferdinando di Puglia quale rispetto hanno per il decoro della città? Quale rispetto hanno per i cittadini che ogni giorno sono costretti a fare attività fisica tra i rifiuti?

Andiamo oltre le domande retoriche e affrontiamo il problema rifiuti dal punto di vista strutturale.

  • I nostri amministratori hanno contezza di quanti siano GLI EVASORI FANTASMA CHE NON PAGANO LA TARI E CHE NON SONO INSERITI NELLA BANCA DATI DEL COMUNE? Queste persone vivono spesso in abituri, affittati in nero, e non espongono MAI l’immondizia davanti alla porta di casa. Siccome nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma (o si sposta), si sono mai chiesti dove finiscono i rifiuti prodotti da questa gente? Il compitino è facile: i rifiuti urbani prodotti vengono bruciati nelle stufe/inceneritori e/o abbandonati quotidianamente nelle periferie urbane della città. Se gli amministratori girassero a piedi di sera per le strade del paese sentirebbero puzza di rifiuti plastici bruciati, che non proviene dalle periferie, ma è localizzata nello spazio di pochi isolati. Sono gli inceneritori domestici di rifiuti di cui sopra. Cosa stanno facendo gli amministratori per contrastare questo lento e subdolo avvelenamento dei cittadini?
  • Cosa impedisce agli amministratori di posizionare sulla strada di campagna utilizzata per lo sport e piena di immondizia (vedi foto) delle TELECAMERE DI SORVEGLIANZA per individuare e sanzionare gli incivili?
  • Se le periferie traboccano di rifiuti è perché GLI AMMINISTRATORI NON PULISCONO REGOLARMENTE, NON SORVEGLIANO E NON SANZIONANO CON SOLERZIA.
  • IL COSTO DELLA PULIZIA REGOLARE DELLE PERIFERIE ANDREBBE MESSO IN CONTO AI CITTADINI accanto alla TARI, separando la quota da pagare per il servizio di raccolta differenziata porta a porta e spazzamento delle strade dalle spese straordinarie per la pulizia dei rifiuti abbandonati nelle periferie.

Il ritornello degli attuali amministratori per difendersi dalle critiche degli ecologisti è che San Ferdinando di Puglia non è Amsterdam, non è Copenaghen. E io continuerei: non è Utrecht, non è Ferrara, non è Melpignano, non è Laterza, non è Martina Franca, non è Zapponeta… 

Guardando le foto comparative Laterza-San Ferdinando di Puglia, quali conclusioni possiamo dedurre sull’operato degli amministratori di San Ferdinando di Puglia in merito alla questione dei rifiuti? Ai lettori la risposta. 

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Matteo Della Torre - Direttore responsabile

Uomoplanetario.org San Ferdinando di Puglia, 76017 - Italia

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • MEDIA
  • LOCAL
  • ABOUT
  • CONTACT