Home»Foto»A INDIETRO TUTTA È SCAPPATA L’INNOVAZIONE: SI CHIAMA “MUNICIPIUM” APP
App Municipium di San Ferdinando di Puglia

Matteo Della Torre

“Indietristi”, lo sappiamo che l’innovazione è per voi un argomento indigesto, che preferite muovervi sul terreno più comprensibile e rassicurante della tradizione e della conservazione, ma quando vi scappa una lodevole innovazione abbiate almeno la buona creanza di comunicarla ai cittadini. E’ possibile che l’app “Municipium” – consigliata più volte in questi anni dal sottoscritto, nella veste di Digital Champion,alle amministrazioni che si sono succedute in questi anni – sia attiva almeno dal 28 agosto scorso e i cittadini debbano scoprirlo per caso? 

Ad oggi, noi vi è traccia di comunicazione ufficiale, né sul sito del Comune di San Ferdinando di Puglia, né tantomeno uno straccio di post sui profili Facebook del Sindaco e degli amministratori di Indietro tutta. Cosa pensare? Che agli “indietristi” sia scappata l’innovazione, quasi in modo involontario, come ad alcuni può scappare una parolaccia, salvo poi pentirsene? Quando si è trattato di organizzare “Assaporando”, per invitare i cittadini a riempirsi lo stomaco di cibo dozzinale, Indietro tutta ha prodotto manifesti, striscioni, comunicati ufficiali e spamming sui social come se non ci fosse stato un domani. Quando, invece, si doveva comunicare una bellissima innovazione nei rapporti tra cittadini e Pubblica Amministrazione, silenzio assoluto.

Immaginiamo se la Apple lanciasse il nuovo modello di iPhone o un nuovo servizio senza comunicarlo a nessuno. È un’eventualità impossibile. Mi sia perdonata la forzatura. Ho associato il brand più innovativo della storia della tecnologia mondiale alla compagine politica più conservatrice della storia sanferdinandese. Ma, trattandosi di un’app per smartphone ad uso della Pubblica Amministrazione, l’accostamento non è poi del tutto improprio. Mentre la Apple non lascia nulla al caso quando presenta un nuovo prodotto o un servizio innovativo, il silenzio di Indietro tutta sull’app “Municipium” sfonda il muro della sciatteria e raggiunge livelli stratosferici di nonsenso. Qualche temerario difensore dell’indifendibile potrebbe obiettare che negli ultimi 11 giorni sono stati effettuati il caricamento dei dati e i test di funzionamento. Male, molto male! Il caricamento dei dati andava fatto offline. I test di funzionamento, con l’app online, andavano effettuati e conclusi in poche ore. Subito dopo si sarebbe dovuta avviare una campagna pubblicitaria, per far conoscere ai cittadini l’app e i servizi ad essa collegati, quantomeno paragonabile a quella realizzata per la manifestazione “Assaporando”. Ma tutto questo non è avvenuto.

L’attivazione di questa applicazione per smartphone è un evidente bug di Indietro tutta. È un suo malfunzionamento interno e il silenzio lo conferma. Chissà cosa avranno voluto dimostrare gli “indietristi” con questa app, che costa ai cittadini circa 1.200 euro una tantum e 2.500 euro all’anno. Che tradizione e innovazione possono coesistere? Non credo. Quando un’innovazione non è comunicata ai cittadini, perché possano fruirne e trarne vantaggio per se stessi e per la comunità, questa innovazione di fatto non esiste e si rivela un atto inutile e persino beffardo. 

Gli articoli dell’autore sulla app “Municipium”

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • MEDIA
  • LOCAL
  • ABOUT
  • CONTACT