Home»Ecologia»Il successo delle Fontane Leggere
Fontana Leggera (San Ferdinando di Puglia)
Fontana Leggera (San Ferdinando di Puglia)

Matteo Della Torre

In questi giorni ho constatato con grande soddisfazione il successo che stanno riscuotendo le due Fontane Leggere di cui si è dotata la città di San Ferdinando di Puglia. Tutto sta avvenendo come da previsioni. L’idea di coniugare un tangibile risparmio economico per le famiglie con un altrettanto evidente vantaggio ecologico, dovuto alle prevenzione della produzione dei rifiuti, sta riscuotendo l’apprezzamento entusiasta dei cittadini che ogni giorno affollano le Fontane Leggere, attingendo acqua filtrata e debatterizzata con raggi UV, liscia o frizzante secondo i gusti. Per questi cittadini l’acqua in bottiglie PET, dall’aroma di plastica fusa dal calore del sole, inizia a rappresentare uno sgradevole ricordo. Davanti ad una Fontana Leggera anche la fila, che inevitabilmente si crea, è vissuta dai cittadini con leggerezza, come un momento di socializzazione, che offre l’occasione per parlare di economia, di ecologia, di politica o semplicemente scambiare quattro chiacchiere.
Il successo delle Fontane Leggere dimostra che è possibile agire positivamente sulle economie delle famiglie in tempo di crisi, consentendo un risparmio economico tangibile. Facciamo due conti. In Italia il costo medio per litro dell’acqua minerale in bottiglia di plastica è di € 0,31. Considerando un consumo pro capite medio di 1,5 litri di acqua al giorno, una famiglia di 4 persone, che acquista acqua minerale al supermercato, spende circa 55,8 euro al mese. Prelevando lo stesso quantitativo di acqua dalla Fontana Leggera la stessa famiglia spenderebbe 9 euro, con un risparmio di 46,8 euro al mese. Mica male! Ma non c’è solo l’aspetto economico. Se pensiamo che il più recente dato quotidiano di prelievo di acqua dalle Fontane Leggere a San Ferdinando di Puglia è di 2.000 litri/giorno, va da sé che questa iniziativa ecologica evita che circa 1000 bottiglie al giorno siano acquistate per finire nel circuito di riciclo. Anche questo è un risultato promettente.
Con le Fontane Leggere i cittadini sono invitati a dare un calcio al passato, in primis alla lobby dell’acqua in bottiglia che per decenni, attraverso la pubblicità martellante, ha formattato le menti degli italiani, inducendoli al consumo quotidiano di acqua in bottiglie di plastica ed in secondo luogo alla vecchia e ormai superata concezione ecologica beatifica del riciclo delle bottiglie di plastica, secondo cui l’importante non è produrre meno rifiuti, ma riciclarli correttamente nell’apposito cassonetto o valorizzare il materiale di scarto producendo magari un’insulsa opera d’arte in plastica da esporre in un Centro di educazione ambientale. Ma noi sappiamo che ecologia significa “meno”. Meno risorse, meno sprechi e meno inquinamento per ottenere lo stesso risultato: dissetare la gente.
Custodiamo gelosamente questa splendida iniziativa, proteggendola dai vandalismi, dall’ignoranza e dalle critiche dei disinformati. Diffondiamo con il passaparola la conoscenza sui vantaggi economici ed ecologici legati all’acqua leggera del Sindaco.
Per finire una news. Ieri ho appreso dall’Assessore all’Ambiente Gaetano Todisco che per rispondere all’aumentata richiesta di acqua depurata è in progetto la costruzione un una terza Fontana Leggera in zona “Largo Padre Pio”.

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • LOCAL
  • ABOUT
  • CONTACT