Home»Local»Le piste ciclabili del presente e del futuro
Mappa delle piste ciclabili di San Ferdinando di Puglia
Mappa delle piste ciclabili di San Ferdinando di Puglia

Matteo Della Torre

Ho già trattato delle cinque piste ciclabili presenti a San Ferdinando di Puglia nell’articolo “Piste ciclabili: il coraggio e il ronzio”.

Dal Sindaco Michele Lamacchia apprendiamo che è stata ipotizzata la costruzione di altre 4 piste ciclabili. Ecco l’elenco:

– Via Marconi (da via Ofanto al Parco della Rimembranza);

– Via Consalvo (da via Papa Giovanni XXIII a via Napoli);

– Via Gorizia (da via Consalvo al Cimitero);

– Via Brodolini (da via S. Antonio a via Piantata, intersezione via De Sanctis, ingresso Villa Comunale);

– Via Manzoni (da via papa Giovanni XXIII a via Sapienza);

– Via Sapienza (da via Manzoni a intersezione via Alfieri, via Donizetti – scuola Pasculli);

– Via Donizetti, via Nievo, via Ruggiero Grieco, via delle Margherite, via degli Ulivi (LIDL).

Nel comunicarci l’elenco delle future piste ciclabili, il sindaco ci chiede suggerimenti e indicazioni. In questi giorni abbiamo fatto un test in bicicletta sulle strade indicate, ricavando le seguenti considerazioni.

Via Marconi (540 m – da via Ofanto al Parco della Rimembranza). E’ una strada ampia a senso unico. Nessuna osservazione.

Via Consalvo (660 m – da via Papa Giovanni XXIII a via Napoli). E’ la strada più stretta di San Ferdinando di Puglia, in alcuni punti fin troppo stretta, con marciapiedi ridicoli buoni solo per la passeggiata dei gatti. Con la pista ciclabile vigerebbe necessariamente il divieto di parcheggio su ambo i lati.

Via Gorizia (390 m – da via Consalvo al Cimitero). Su questa strada gli utenti faranno una salutare ginnastica pedalando in salita. Nell’ottica della rete, limitare questo segmento di pista ciclabile “da via Consalvo al Cimitero” non ha molto senso. Il nostro suggerimento è di prolungare la pista ciclabile a tutta via Gorizia per congiungerla con via Ofanto.

Via Brodolini (450 m – da via S. Antonio a via Piantata, intersezione via De Sanctis, ingresso Villa Comunale). Nel tratto di via Ferdinando II di Borbone l’asfalto è rovinato con numerosi tombini posti sotto il livello della sede stradale, che risultano essere molto pericolosi per i ciclisti. Si sconsiglia la svolta a destra in via De Sanctis per le seguenti ragioni:

1. Via De Sanctis ha livelli di traffico molto bassi da strada residenziale periferica, il che rende inutile la presenza di una pista ciclabile;

2. La pista ciclabile terminerebbe bruscamente davanti al terzo cancello sempre chiuso della villa comunale “Giuseppe Di Vittorio”, nel quale, tra l’altro è vietato l’accesso ai ciclisti. Oltre il cancello della villa c’è un campo da basket.

Quindi il nostro suggerimento è di proseguire la pista ciclabile per via Ferdinando II di Borbone per altri 180 m, fino a congiungerla con la ciclabile di via Ofanto.

Via Manzoni (170 m – da via papa Giovanni XXIII a via Sapienza). Nessuna considerazione.

Via Sapienza (360 m – da via Manzoni a intersezione via Alfieri, via Donizetti – scuola Pasculli). Nessuna considerazione.

Via Donizetti (280 m) – via Nievo (330 m), via Ruggiero Grieco, via delle Margherite (390 m), via degli Ulivi (LIDL) (500m). Nessuna considerazione.

La lunghezza totale delle nuove piste ciclabili sarebbe di 4km 250m, che andrebbero ad aggiungersi ai 2km 470m delle piste ciclabili esistenti (via Mazzini, via Goito, via Lariano-Togliatti, via Gramsci, via Ofanto). Una rete di piste ciclabili lunga complessivamente 6km 720m. Sarebbe un notevole passo avanti sulla strada della mobilità dolce.

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • LOCAL
  • ABOUT
  • CONTACT