Home»Nonviolenza»Educazione»Steve JobsSchools: in Olanda le prime scuole del futuro con iPad al posto di cartella, libri e lezioni
Steve JobsSchool
Steve JobsSchool

Daniele Piccinelli

In Olanda aprono le prime 7 scuole Steve JobsSchools in cui libri di testo, cartella e lezioni sono sostituiti da iPad corredato da una serie di app ad hoc per collaborare e comunicare, sotto la costante supervisione di insegnati e genitori

La scuola del futuro è già disponibile in Olanda dove sono stati inaugurati i primi 7 istituti Steve JobsSchools. I sistemi e gli strumenti di insegnamento tradizionali sono completamente abbandonati: libri di testo, cartella e lezioni sono tutti sostituiti da iPad che, corredato da una serie di app ad hoc e da una indispensabile cover di protezione, diventa il principale strumento degli studenti non solo per l’apprendimento ma anche per comunicare, collaborare e studiare.

Secondo i membri dell’organizzazione Education for a New Era Foundation, siglata O4NT, i metodi della scuola tradizionale erano adatti per preparare bambini e ragazzi per la vita e il lavoro del secolo scorso. Invece i nuovi metodi e gli strumenti, impiegati nelle nuove Steve JobsSchools in Olanda mira a preparare una generazione di ragazzi pronti per la vita e il lavoro nel 21esimo secolo.

Oltre all’iPad e a diverse app create ad hoc, gli istituti olandesi che fanno parte di questo progetto fanno largo uso di tecnologie e prodotti Apple. Nelle scuole si utilizzano app scolastiche oltre che grandi schermi TV piatti installati in aula su cui è in funzione Apple TV, per condividere e visualizzare su display contenuti, app e lezioni anche tramite AirPlay. Impiegati a scuola anche iMac, portatili Apple e così via.

Tra le numerose app ricordiamo quella principale battezzata sCoolSpace che offre una rappresentazione virtuale del cortile di ogni scuola in cui gli studenti possono non solo incontrare e comunicare con compagni e insegnanti, ma anche eseguire compiti e studiare, oltre che partecipare ai progetti e alle attività di gruppo. Sempre tramite app e collegamento costante alla Rete insegnati e genitori possono seguire le attività dei ragazzi, conoscendo sempre la posizione esatta degli studenti, il tempo dedicato a ciascuna app e attività, il rendimento e così via. Un’altra app permette di organizzare gli impegni della giornata e rileva automaticamente gli orari di ingresso e uscita dall’istituto, infine può essere utilizzata anche dai genitori per programmare vacanze e assenze.

Nelle Steve JobsSchools il ruolo degli insegnanti e della scuola fisica risulta completamente diverso da quello conosciuto fino a oggi nelle scuole tradizionali. Le classi sono eliminate e tutti i bambini sono organizzati in gruppi di età che vanno dai 4 ai 7 anni, mentre i ragazzi in gruppi dagli 8 ai 12 anni. L’edificio della scuola è invece aperto e disponibile 24 ore su 24. Il cambiamento sostanziale delle Steve JobsSchools è sottolineato anche dal cambio di nome degli insegnanti ora definiti come “coach”, traducibile con istruttore, tutor ma anche allenatore.

Entro la fine di questa estate in Olanda saranno disponibili 10 istituti Steve JobsSchools, altri saranno inaugurati entro la fine di quest’anno e poi anche nel 2014. Ulteriori informazioni sul progetto O4NT e sulle Steve JobsSchools sono disponibili da questa pagina web.

Fonte: www.macytinet.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • NONVIOLENZA
  • MEDIA
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT