Home»Città possibile»I vantaggi ecologici dello shopping online
Shopping online
Shopping online

Daniele Grattieri

Lo shopping online sta conquistando a passi da gigante fette di mercato sempre maggiori. Offre numerosi vantaggi al cliente: prezzi altamente concorrenziali, celerità nelle consegne a domicilio e maggiore rispetto dell’ambiente. Vediamo perché.

Risparmio di carburante

Da casa si può comprare comodamente qualsiasi prodotto si desideri attraverso gli shopping online senza recarsi fisicamente in un negozio del centro città. In questo modo si ottiene un notevole risparmio di carburante utilizzato dal proprio veicolo, soprattutto se i prodotti da acquistare sono numerosi e vari per genere. Se non esistesse questa tipologia di negozi il cliente dovrebbe recarsi a cercarli uno a uno in numerosi punti vendita e affrontare lunghe code in strada, senza contare lo stress che implica trovare un parcheggio ed entrare in negozi sovraffollati di persone.

I prodotti, una volta ordinati in rete, vengono direttamente consegnati a domicilio con un corriere. I corrieri di solito non effettuano consegne singole ma ne caricano un grande numero sui loro furgoni e si organizzano per spostarsi durante la giornata in modo da ottimizzare tempi e consumo di carburante.

Riduzione delle emissioni di CO2

Oramai è scientificamente provato che fare acquisti su siti online permette di ridurre l’immissione di anidride carbonica nell’atmosfera in percentuali elevate (che possono oscillare fra il 20% e il 75%). Questo aspetto – che giova moltissimo all’ambiente – non è dovuto solo alla riduzione dell’utilizzo dei mezzi di trasporto, ma anche alle ultime tendenze dei consumatori che sempre più sono alla ricerca di prodotti a impatto zero attraverso il sistema di e-commerce.

Ad esempio, da qualche anno sono nati i cosiddetti GAS, ovvero i gruppi di acquisto solidali, che si stanno diffondendo in Italia come nel resto del mondo a macchia d’olio. I GAS sono costituiti da gruppi di persone che attraverso la rete decidono di acquistare collettivamente grandi quantitativi di prodotti direttamente alla fonte di produzione. Sono tutti prodotti di alta qualità commercializzati a prezzi di favore visto che nella loro vendita non è previsto alcun passaggio intermedio. Di solito, i prodotti ortofrutticoli che si possono acquistare mediante il sistema commerciale dei GAS sono esclusivamente quelli di stagione, per la cui produzione i coltivatori non utilizzano serre riscaldate.

In tal modo si abbassa in maniera estremamente significativa la quota giornaliera di CO2 immessa nell’aria. Con una partecipazione attiva ai GAS si incrementa l’economia del territorio e a trarne beneficio sono sia i consumatori che i produttori.

La maggiore riduzione della produzione di anidride carbonica però si ha grazie al servizio di consegne a domicilio. Infatti una recente ricerca portata a termine dall’Università di Washington e resa nota attraverso le pagine di Transportation Research Forum ha messo in luce come i furgoni utilizzati per il servizio di delivery consumino molto meno carburante rispetto alle altre tipologie di veicoli privati. I portali online spesso per recapitare i loro articoli a domicilio utilizzano mezzi a metano che consentono loro di abbassare notevolmente i costi di mantenimento. Il metano, oltre a essere più economico della benzina verde e del gasolio, una volta combusto rilascia nell’aria solo piccoli quantitativi di CO2.

Alcuni supermercati offrono alla loro clientela la possibilità di scegliere in rete i prodotti da acquistare e di vederseli consegnare comodamente a domicilio nel giro di qualche ora. Questo servizio in Italia fatica un po’ a decollare mentre negli Stati Uniti fare la spesa quotidiana online è divenuta ormai una consuetudine irrinunciabile.

Risparmio energetico

Gli shopping online hanno costi di gestione assai ridotti rispetto ai negozi tradizionali in quanto non necessitano di avere un luogo fisico aperto al pubblico ben illuminato e con la merce esposta suddivisa per settori. In questo modo possono ridurre il consumo energetico sia per il riscaldamento e il condizionamento dei locali che per l’illuminazione elettrica.

Spesso dispongono soltanto di un ufficio di modeste dimensioni e di grandi magazzini di stoccaggio nei quali utilizzano lampade a LED per ridurre al massimo il dispendio di energia elettrica.

Imballaggi

I portali di e-commerce tendono a utilizzare sempre più imballaggi a basso impatto ambientale per spedire la merce a domicilio della clientela. Spesso sono costituiti da cartone e altri materiali totalmente riciclati o riciclabili. Poco a poco stanno scomparendo tutti i packaging che adoperano materie prime non smaltibili nella raccolta differenziata a favore di prodotti molto più ecologici e meno invasivi. 

I negozi online perciò contribuiscono in maniera significativa a ridurre la produzione di materiali inquinanti. Inoltre, se il packaging viene ridotto di volume si avrà un decremento sia nei costi di trasporto sia nei costi di stoccaggio.

Fonte: www.soloecologia.it

 

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT