Home»Ecologia»Pyppy, il fotovoltaico si fa portatile
Pyppy, il fotovoltaico portatile
Pyppy, il fotovoltaico portatile

Marta Mainini

Finalmente è possibile ottenere energia elettrica dal sole senza avere a disposizione un tetto o un terreno agricolo: utile e poco ingombrante, nasce in Italia il primo impianto fotovoltaico da balcone, Pyppy, Free energy for all. Una soluzione pratica anche per chi vive in un bilocale ed è intenzionato ad abbassare i costi in bolletta, ottimizzando le risorse di casa: questo piccolo impianto rinnovabile, che non necessita di autorizzazioni né di allaccio alla rete elettrica, è in grado di alimentare elettrodomestici comuni come televisori, frigoriferi, pc ed illuminazioni.

La tecnologia utilizzata permette infatti al singolo utente di potenziare il funzionamento del pannello, pensato in due versioni da 1.200 W/h e 2.400 W/h, a seconda della necessità. Facile da utilizzare e trasportare, il fotovoltaico su due ruote offre una soluzione rinnovabile a tutti gli amanti dell’ambiente e del risparmio. “Grazie alle sue peculiarità – ha spiegato Antonio Fischetto, responsabile di Ri-Ambientando, società che ha ideato l’innovativo pannello – Pyppy è un prodotto che viene incontro alle esigenze di chi fino ad ora non ha potuto dotarsi di un impianto fotovoltaico fisso”.

Non manca infine una certa attenzione al design: il pannello da balcone è stato studiato per potersi inserire armonicamente in diversi spazi abitativi, piccoli giardini e terrazzi. Privo di bordatura in alluminio, l’impianto è dotato di fiancate che hanno il fine di valorizzare e inglobare il dispositivo rinnovabile con linee morbide, come sottolineano gli esperti di Ri-Ambientando, in netta contrapposizione con la durezza della classica forma dei moduli fotovoltaici tradizionali.

Pyppy è in vendita a poco meno di 1500 euro, spesa che rientra nella detrazione Irpef del 50% per il risparmio energetico. Una soluzione alla portata di tutti quindi, dedicata a diminuire le emissioni inquinanti, sfruttare fonti energetiche alternative e, dettaglio da non sottovalutare, abbattere fino al 50% i costi dell’energia elettrica in bolletta. 

Fonte: www.wired.it

 

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT