Home»Articoli»LA NUOVA COSTITUZIONE DI “NAPISAN”
Giorgio Napolitano
Giorgio Napolitano

LA REPUBBLICA DI “NAPISAN”

 

“L’Italia è un paese da distruggere, un posto bello e inutile, destinato a morire, dove tutto rimane uguale, immobile, in mano a dinosauri…”

(da La Meglio Gioventù)

 Gaspare Serra

“THE WINNER IS…”

 

Giorgio Napolitano! Finalmente il Parlamento è riuscito a partorire un nuovo nome per lo scranno più alto di Roma.

Beh, “nuovo” non è forse l’aggettivo più indicato… Diciamo che, quantomeno, la benamata “partitocrazia” ha cavato fuori qualcosa dal cilindro!

In soli due mesi, molto è cambiato: si è assistiti, di fatto, alla trasformazione in senso semipresidenziale della Repubblica ed alla nascita del primo governo – per alcuni “fantoccio” – del Presidente.

Tutto ciò – è bene ricordarlo – “a Costituzione invariata”…

Dove trae fondamento giuridico, or dunque, il nuovo assetto politico-istituzionale?

Verrebbe da pensare ad una “Costituzione ombra”: una Carta segreta, a metà tra le leggi di Murphy e le tavole mosaiche, i cui principi o massime fondamentali possiamo solo maliziosamente immaginare:

 

I LEGGE DI NAPISAN:

“Se cerchi il futuro, guardati alle spalle…”

II LEGGE DI NAPISAN:

“Se vuoi galvanizzare i parlamentari, strapazzali… ma non di coccole!”

 

III LEGGE DI NAPISAN:

“Se sei convinto che Berlusconi sia politicamente morto, per non ricrederti, aspetta almeno tre giorni…”

 

IV LEGGE DI NAPISAN:

“Se una rotta conduce alla deriva, sarà certo seguita dal Pd…”

 

V LEGGE DI NAPISAN:

“Avvertenza: occupare a lungo una poltrona può causare dipendenza!”

 

VI LEGGE DI NAPISAN:

“Le parole sono importanti: pronunciatele con prudenza!”

 

VII LEGGE DI NAPISAN:

“Se la Costituzione né funziona né si riforma… basta raggirarla!”

 

VIII LEGGE DI NAPISAN:

“Se credete nella democrazia rappresentativa e partecipata… avete mai pensato di trasferirvi in Svizzera?”

 

IX LEGGE DI NAPISAN:

“Perché invocare una Terza Repubblica… quand’è possibile risuscitare la Prima?”

 

X LEGGE DI NAPISAN:

“Se vuoi giustificare una porcata, basta non chiamarla per nome, appellandosi a formule di distrazione di massa quali governo di servizio…”

 

“Noi fummo i gattopardi, i leoni. Chi ci sostituirà saranno gli sciacalli, le iene. E tutti quanti, gattopardi, leoni, sciacalli e pecore, continueremo a crederci il sale della terra”

(Don Fabrizio, da Il Gattopardo) 

 

Blog “Panta Rei”: http://gaspareserra.blogspot.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT