Home»Diritti umani»Il discorso di Obama su Guantanamo e i droni

Barack Obama ha difeso l’uso dei droni da parte dell’esercito statunitense, ma ha chiesto di limitarne in parte l’uso in futuro. Durante un lungo discorso tenuto giovedì alla National defense university di Washington, il presidente ha parlato della nuova strategia della Casa Bianca nella lotta al terrorismo.

“Siamo in guerra con un’organizzazione che ucciderebbe molti statunitensi, se non ci fossimo noi a impedirlo. Questa è una guerra di autodifesa, una guerra giusta. Ma dire che una strategia è legale, non significa che sia sempre saggia”, ha dichiarato Obama. Che ha definito “incostituzionali” gli omicidi di cittadini statunitensi compiuti in questi anni con gli aerei senza pilota o con tradizionali armi da fuoco.

Il discorso integrale, in inglese, sul sito del Guardian.

Su Guantanamo. Interrotto più volte da una contestatrice, che gli ha ricordato lo sciopero della fame in corso da febbraio, Obama ha anche ribadito che vuole chiudere il carcere di Guantanamo, e trasferire i prigionieri in Yemen.

La chiusura della prigione è un obiettivo di Obama dal suo primo mandato, ma ha sempre incontrato una forte opposizione all’interno del congresso.

“Guantanamo è diventato il simbolo di un’America che si fa beffe della legge”, ha detto l’inquilino della Casa Bianca.

La nuova strategia dei droni. Obama ha proposto che le operazioni con degli aerei senza pilota siano limitate nei prossimi anni, in modo da colpire solo gli obiettivi che rappresentano “una continua e imminente minaccia” e che non possono essere catturati dagli Stati Uniti o da un loro alleato.

Inoltre il presidente ha chiesto che parte dei nuovi attacchi siano gestiti dall’esercito, e non dalla Cia. E che la loro attività sia giudicata da un tribunale indipendente.

Le cifre. Fino a oggi, quattro cittadini statunitensi sono stati uccisi dai droni inviati da Washington. Secondo il Bureau of Investigative Journalism dal 2004 ci sono stati 368 attacchi in in Pakistan e, dal 2002, tra i 46 e i 56 attacchi in Yemen. La maggioranza di queste operazioni è avvenuta durante il mandato di Obama.

Le Monde ha ricostruito tutti gli attacchi dei droni con l’infografica che abbiamo pubblicato nelle foto.

Fonte: www.internazionale.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • NONVIOLENZA
  • ABOUT
  • CONTACT