Home»Ecologia»KiteGen: trasformare in energia il vento della troposfera

Tra i migliori progetti italiani per superare la dipendenza dalle fonti fossili c’è sicuramente il progetto KiteGen, centrali eoliche che possono produrre grandi quantità di energia elettrica con lo sfruttamento dei venti di alta quota. Detto in parole semplificate al massimo, vengono lanciati degli aquiloni (che in inglese si chiamano, appunto kite) o “ali”, in grado di catturare la forza del vento e generare energia. In pratica, nella troposfera è custodito un giacimento di energia di dimensioni impressionanti – otto volte più potente dell’energia eolica a livello del terreno – che potrebbe essere “trivellato” in questa maniera.

Non sussiste il problema dell’incompatibilità con il volo degli aerei, ai quali sono riservati particolari corridoi. Si pensi che, sulla zona non sorvolabile sopra la città di Trino Vercellese la “bolla” d’aria sopra la città sarebbe sufficiente per produrre dieci volte tanta energia quanta ne produceva la vecchia centrale nucleare.

Le sperimentazioni vanno avanti dal 2006, hanno raccolto grandi consensi nella comunità scientifica e sono praticamente pronte per passare all’applicazione industriale. Il sistema è stato di recente proposto anche come piano energetico per risolvere la cocente questione della società ALCOA di Porto Vesme in Sardegna, che rischia di chiudere perché troppo energivora.

Fonte: www.soloecologia.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • MEDIA
  • ABOUT
  • CONTACT