Home»Ecologia»A Londra la ciclabile tra le nuvole

Alessio Lana

Basta piste ciclabili, la viabilità del futuro corre sopra i palazzi. Dopo l’ ebbrezza architettonica delle Olimpiadi, a Londra si respira ancora aria di rinnovamento ma questa volta si pensa all’ecologia. 

Il sindaco Boris Johnson sta lavorando per la realizzazione di ciclabili sospese in aria che aiutino i ciclisti ad attraversare la città evitando il traffico. L’idea è dell’architetto Sam Martin, inglese 43enne che ha abbandonato la sua passione per le due ruote proprio a causa del traffico cittadino. 

Vista l’impossibilità di abbattere edifici o modificare la viabilità per far posto nuove ciclabili, Martin ha pensato di portare la strada nei cieli, da qui il nome di SkyCycle, un po’ come fatto a New York con la High Line, una strada sopraelevata interdetta al traffico automobilistico che attraversa la grande Mela. 

Nell’idea di Martin le nuove piste sarebbero costituite da tunnel di vetro connessi da piattaforme sopraelevate e collegati con le principali stazioni della metropolitana e degli autobus per integrarsi con la rete dei trasporti pubblici.

Per i costi, che ammontano a diversi milioni di sterline, si sta pensando di ricorrere a degli sponsor. Il sistema dopotutto è già stato sperimentato con il bike sharing, che a Londra si avvale dell’aiuto di una nota banca. Per accedere alle piste volanti i ciclisti pagherebbero una sterlina al giorno, meno della metà di un biglietto per la metro o per l’autobus e, per maggiore comodità, la cifra verrebbe pagata direttamente con la tessera dei mezzi pubblici. 

Se ad alcuni questa visione appare fin troppo futuristica, Johnson pensa che il primo tratto potrà essere completato già nel 2015. Mentre da noi ancora si lotta per avere delle ciclabili su strada.

Fonte: www.life.wired.it

 

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT