Home»Tecno»Twitter: l’Italia solo ventesima al mondo, l’arabo la lingua più in crescita, indovinate la città più attiva al mondo?

Gennaro Carotenuto

Secondo uno studio della compagnia francese Semiocast, pubblicato ieri a Parigi, l’Italia (con la Germania e la Francia) è ai margini del boom di Twitter. Solo ventesima al mondo è superata da molti paesi con meno abitanti o più poveri come la Spagna o le Filippine. Ma le sorprese sull’evoluzione di Twitter non finiscono qui.

Lo studio prende in considerazione mille miliardi di tweet postati nel mese di giugno 2012 e prova a geolocalizzare i tweet nonostante meno dell’uno per cento di quelli postati usino la connessione GPS. Su oltre 500 milioni di account censiti tra genuini e tarocchi, il primato resta saldamente in mano agli Stati Uniti con oltre 140 milioni anche se la percentuale di utenze di quel paese è in lenta riduzione di fronte all’emersione di nuove potenze. Il vero boom è infatti quello brasiliano che supera largamente i 40 milioni di utenti e che da gennaio 2012 ha superato il Giappone che resta terzo contenendo la gran crescita di Gran Bretagna e Indonesia intorno ai 30 milioni di utenze. Nei primi venti spiccano tutti i principali paesi latinoamericani. Oltre al Brasile il Messico è settimo, la Colombia è dodicesima, tallonata dal Venezuela e l’Argentina è diciassettesima. Chiudono la classifica della top-20 tre grandi paesi europei: Francia, Germania e Italia, ai margini del boom del social network informativo.

La geolocalizzazione dei Twitter per città vede inoltre Tokio perdere un primato a lungo detenuto, Londra installarsi al terzo posto e New York scivolare al quinto. Nei primi cinque infatti si trovano due metropoli del Sud del mondo, la capitale dell’Indonesia Jakarta è prima e la più grande città brasiliana, San Paolo, quarta. Ogni 50 tweet, almeno uno parte dalla capitale indonesiana. Anche Bandung, la seconda città del paese che evoca il non allineamento di Nasser, Tito e Nehru, è una capitale del social network, dopo New York ma subito prima di Parigi. Solo tre le città statunitensi tra le top-10 e completamente assenti le italiane. Al decimo posto si trova la capitale saudita Riyad e l’arabo è indicato come la lingua in maggior crescita del social network passando in meno di un anno dall’1 al 2.8% ed è oramai imminente il sorpasso del portoghese al giapponese come seconda lingua dopo l’inglese. Quest’ultimo continua a dominare ma con percentuali in rapida discesa. Erano due terzi nel 2009, la metà di tutti i tweet postati nel 2010. Oggi sono appena sotto il 40%.

Fonte: www.gennarocarotenuto.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT