Home»Ecologia»Agricoltura biologica»A Parigi la protesta degli agricoltori vittime dei pesticidi

La protesta degli agricoltori ammalati per i pesticidi irrompe al Salone dell’Agricoltura che si tiene a Parigi fino al prossimo 4 marzo. I coltivatori, tutti con malattia professionale riconosciuta, appartengono all’associazione Phyto-Victimes che si batte affinché:

Cessi l’ipocrisia e l’omertà sulla responsabilità dei prodotti fitosanitari utilizzati in agricoltura.

Alla protesta si sono presentati con una T-shirt su cui era stampato il loro nome e il nome della malattia contratta a causa della manipolazione di pesticidi. C’erano, ad esempio Paul François, agricoltore e presidente dell’associazione Phyto-Victimes che ha vinto una causa contro Monsanto o la vedova dell’agricoltore Yannick Chénet deceduto ma che ha fatto in tempo a testimoniare la sua storia nel film Severn di Jean-Paul Jaud sui pericoli dei pesticidi.

Ha detto Paul François:

Ci siamo presentati oggi a viso scoperto per mostrare al mondo dell’agricoltura che i pesticidi fanno ancora oggi danni tra la popolazione agricola francese. Siamo qui per i morti e per le generazioni future. Questa situazione è conseguenza della volontà di produrre a ogni costo senza tener conto delle conseguenze. Abbiamo bisogno che si dica che ci hanno riconosciuto come vittime e che non possiamo più dipendere da questi prodotti pericolosi per produrre. 

Générations Futures e FNAB Fédération nationale d’agriculture biologique riconoscono l’azione delle vittime dei fitosanitari:

Da circa una sessantina di anni l’agricoltura francese si è resa progressivamente dipendente dall’utilizzo massivo della chimica. I pesticidi di sintesi pericolosi sono stati impiegati per decine di migliaia di tonnellate ogni anno. I risvolti sono stati inquinamento ambientale, conosciuto da più di 30 anni e inquinamento degli alimenti. Ma ciò che l’agroproduzione vuole assolutamente tenere nascosto sono gli esorbitanti costi sanitari per l’impiego massiccio di pesticidi di sintesi nell’agricoltura francese. Esono gli agricoltori stessi che pagano più pesantemente il prezzo di questa catastrofe sanitaria occultata.

Dopo la manifestazione Bruno Lemaire, ministro dell’Agricoltura ha chiesto di incontrare gli agricoltori vittime dei pesticidi; allo stesso tempo l’ufficio di François Fillon Primo ministro ha fissato un appuntamento per mercoledì prossimo mentre Dacian Ciolos, commissario europeo impegnato nella riforma della PAC ha fissato un incontro a Bruxelles con data da precisare.

Fonte: www.ecoblog.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT