Home»Articoli»Ecco perché usiamo Facebook
Facebook

Per sentirci parte del giro e riconoscerci in qualcosa. Questo il motivo degli 800 milioni di utenti sul social network, secondo i ricercatori dell’Università di Boston.

Anna Lisa Bonfranceschi

Forse, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti Facebook sta davvero perdendo colpi, con il numero di nuovi utenti che rallenta la corsa. Ma, per fortuna di Zuckerber, ci sono India e Brasile a tenere alta la curva della crescita. Così che, dopo quota 800 milioni (toccata lo scorso settembre) Facebook viaggia verso il miliardo di utenti: cifra che potrebbe raggiungere già ad agosto, secondo l’analista di iCrossing, Gregory Lyons. Ma perché tutte queste persone si creano un profilo su Facebook? Per Ashwini Nadkarni e Stefan G. Hofmann dell’Università di Boston, i motivi possono riassumersi sostanzialmente in due necessità fondamentali: il bisogno di appartenenza a qualcosa e quello di auto-rappresentazione.

Le conclusioni dei ricercatori tirano in realtà le somme da una serie di studi che nel corso degli ultimi anni si sono accumulati sulle caratteristiche demografiche, culturali e personali degli utenti che si iscrivono ai social network. Si scopre così che tra i fattori che più contribuiscono al bisogno di appartenenza ci sono quelli demografici e culturali, mentre narcisismo, timidezza e stima personale sono fondamentali per l’altra metà della mela, che così appagherebbe il bisogno di auto-rappresentazione. Ma andiamo con ordine.

Come riporta Readwriteweb, per capire perché le persone usino i social network, la prima cosa è sapere chi effettivamente li utilizza. Il popolo più numeroso e attivo di Facebook sembrerebbe essere quello femminile in generale, e quello delle minoranze etniche in particolare. Secondo uno studio pubblicato su Journal of Computer-Mediated Communication, gli afroamericani, le popolazioni latine e gli indiani sarebbero quelle con una “maggiore intensità di identità culturale”. Cosa che, per i ricercatori dell’Università di Boston, spiegherebbe in parte la loro forte presenza sui social network.

Secondo: anche il tipo di personalità influenza la partecipazione degli utenti a Facebook. Gli estroversi hanno una vita piuttosto movimentata sul social network, e in genere hanno più amici rispetto ai timidi, ma sono questi ultimi a passare più tempo su Facebook e ad appassionarsi alla piazza virtuale. Anche chi in genere ha poca stima di sè usa molto il social network, insieme a quelli che a scuola non se la cavano molto bene.

Ovviamente, ci sono anche i narcisisti tra gli appassionati di Facebook, cioè quelli che usano la loro bacheca come un luogo per autopromuoversi. Tutti questi fattori – stima personale, timidezza e rendimenti scolastici – giocherebbero un ruolo fondamentale nello spingere le persone a utilizzare il social network. In questo contesto, Fb servirebbe proprio per aumentare il senso di appartenenza (anche solo virtuale) o la stima personale, come vuole dimostrare un altro studio dal titolo eloquente: Mirror, Mirror on my Facebook Wall: Effects of Exposure to Facebook on Self-Esteem.

Ma, cosa non meno importante, avere un profilo su Facebook risponderebbe al nostro bisogno di auto-presentazione, di riservarci un posto come persone pubbliche.

Per sentirci parte del giro e riconoscerci in qualcosa. Questo il motivo degli 800 milioni di utenti sul social network, secondo i ricercatori dell’Università di Boston.

Dare, insomma, un’impressione agli altri (sarà anche per questo che non esiste il don’t like su Fb?). È sufficiente fare due esempi, come quelli riportati da Readwriteweb: pensate a un appuntamento al buio e a un datore di lavoro in cerca di informazioni su aspiranti candidati. Dare uno sguardo al profilo su Facebook prima di incontrarsi o una sbirciatina per farsi un’idea di potenziali collaboratori è infatti un comportamento piuttosto comune tra i clienti di Zuckerberg.

Fonte: www.wired.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT