Home»Foto»YooDeal: prevede i tuoi acquisti e ti trova lo sconto
YooDealo

Il team di Freesme e Sos Tariffe si è lanciato in una nuova e ambiziosa avventura: creare il Google degli acquisti on line.

Silvio Gulizia

Nome: Alessandro Bruzzi. Età: 25 anni. Professione: startupper. Progetti: Sos Tariffe, Freesme e soprattutto creare il Google delle offerte commerciali. Bruzzi ci risponde da New York, dove sta lavorando al suo ultimo progetto, YooDeal. Sembra l’ennesimo tentativo di aggregare coupon con offerte commerciali, ma non lo è. Bruzzi ha in mente qualcosa di innovativo: vuole gestire le offerte di acquisto come fa Google con le informazioni on line. “Tutti i servizi del genere personalizzano le offerte chiedendo all’utente cosa gli interessa, noi vogliamo conoscere l’utente per scoprire quello che vuole senza disturbarlo”. Al progetto lavora da maggio con Dario Guarascio (25 anni) ed Edoardo Raimondi (27), già compagni d’avventura in Freesme. A gennaio tornerà in Italia per aprire la sede italiana di Yoodeal, con l’obiettivo di portare il servizio nei prossimi mesi anche in Spagna, Francia e Russia. L’headquarter resterà a New York, dove ha trovato un angel pronto a investire 150mila euro per finanziare il progetto. Attualmente YooDeal è in trattativa per un secondo round di finanziamenti con venture capital europei e italiani. L’obiettivo è qualche milione di euro di investimenti per puntare a cinque milioni di reveneu a due anni.

Qual è la vostra mission?

“Vogliamo aiutare l’utente a muoversi fra la miriade di offerte che riceve quotidianamente. Su Milano ci sono trecento offerte di prodotti e servizi ogni giorno, a New York siamo già a quattromila. Con il nostro algoritmo, YooRank, noi cerchiamo di capire quali sono interessanti per l’utente”.

Come funziona questo algoritmo?

“YooRank è basato sull’utente, calcola la propensione alla spesa, individua lo sconto preferito, le categorie merceologiche di interesse, analizza i prodotti acquistati e la navigazione, prende in considerazione il tempo speso su un’offerta. È una cosa a metà fra il PageRank di Google e l’EdgeRank di Facebook. Compie anche un’analisi semantica dei dati di Twitter o Facebook quando un utente si registra. Noi costruiamo una rete neurale sulla base dello storico di un utente per cercare di predire quello che vorrà acquistare, considerando anche la stagionalità dei prodotti. L’obiettivo è personalizzare la selezione delle offerte individuando quanto e come le abitudini del singolo utente si distinguono dalla media elaborata, esattamente come fa Google quando apprende dall’ history delle ricerche. Riusciamo anche a capire quali sono gli amici più influenti sui tuoi acquisti e consideriamo quindi i prodotti comprati da loro”. 

Non ci sono problemi di privacy?

“I dati sono trattati in modo anonimo e non vengono ceduti a nessuno”. 

Avete un sito, ma niente app. Una scelta?

“Stiamo per lanciare quella per Windows Phone, entro fine anno arriverà quella per Android e poi iOS”. 

In genere procedono tutti al contrario. Come mai in quest’ordine?

“Ci siamo basati sulle competenze che abbiamo e sul supporto offerto da Microsoft, Google e Apple.

Fonte: www.wired.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT