Home»Articoli»La manovra Monti: cosa è innovativo?
Mario Monti

Ecco cosa prevede il piano del presidente del Consiglio in materia di sviluppo economico, infrastrutturale ed energetico.

Martina Pennisi

I mercati apprezzano, +2% a Piazza Affari e spread tra Btp e Bund sotto i 400 punti, e la stampa straniera approva, ponendo l’accento sulla durezza del piano e sull’importanza dei prossimi giorni in chiave eurozona. Da ieri sera, durante la diretta della conferenza stampa di presentazione del decreto salva Italia del governo Monti, gli italiani cercano di capire cosa ne sarà del loro destino (economico): gli hastag #SalvaItalia, #Monti e #Manovra sono balzati fra i dieci più gettonati appena i riflettori si sono accesi sul nuovo presidente del Consiglio e la sua squadra di ministri,  #Elisa Fornero e le sue lacrime sono state e sono tutt’ora altresì discusse copiosamente, e questa mattina trovare una copia de Il Sole24Ore in edicola è un’impresa. Il valore della manovra è di 30 miliardi di euro lordi, noi ci siamo concentrati sugli aspetti Wired della questione, a partire da quelli dedicati alla ripresa e allo sviluppo.

Sostegno a chi investe nelle aziende, l’Ace (Aiuto alla crescita economica) prevede agevolazioni fiscali del valore di un miliardo nel 2012, 1,5 nel 2013 e 3 nel 2014; alle imprese che assumono, con la deducibilità integrale dell’Irap sul costo del lavoro; e, sempre di Irap parlando, a donne e giovani, ai quali sono dedicati tre miliardi di euro dal 2012 al 2014.  E’ stato inoltre ricreato l’Istituto di commercio estero per favorire l’internazionalizzazione e previsto un Fondo di garanzia per le piccole medie imprese.

Lo sviluppo della banda larga potrà beneficiare dei fondi, il ministro delle Infrastrutture Corrado Passera ha parlato di alcune decine di miliardi, che saranno sbloccati dal Cipe nei prossimi giorni. Si torna dunque, con la speranza di un epilogo differente, al punto di partenza dello stanziamento degli investimenti per la realizzazione delle infrastrutture.

E’ prevista la liberalizzazione degli orari e dei giorni di apertura dei negozi e non ci sono vincoli all’apertura di nuovi esercizi. I farmaci di fascia C (con prescrizione, ma non rimborsabili) arrivano anche in aree specifiche dei supermercati ed è prevista l’apertura di nuove farmacie. I gestori dei benzinai potranno infine rivolgersi a qualsiasi produttore o rivenditore.  In attesa di conferma la detrazione fiscale del 55% dedicata a chi si mette sul groppone interventi edilizi per favorire il risparmio energetico.

E queste sono le carote. I bastoni passano per la lotta all’evasione, il limite sopra il quale non si potranno effettuare pagamenti in contanti è sceso a mille euro (e chi invia i dati all’agenzia delle Entrate per via telematica sarà premiato); toccano le pensioni, con una stretta sull’anzianità e una penalizzazione per le pensioni anticipate; e la casa, con la ritorno della tassazione sulla prima abitazione. Verranno tassati i possessori di auto di lusso, aerei, elicotteri ed imbarcazioni ed è previsto un nuovo aumento della benzina. Inaspriti i controlli sul pagamento dell’abbonamento Rai da parte di aziende e società, deciso il taglio alle Authority e al numero di componenti delle stesse, l’Iva cresce dal secondo semestre del 2012, tassazione dell’1,5% per i capitali rientrati sotto il governo Berlusconi, tagli per Regioni ed enti locali, trasparenza nei costi della politica ed eliminazione delle giunte provinciali (e Monti rinuncia allo stipendio per l’incarico di Premier) e controlli sull’assegnazione delle agevolazioni fiscali.

Fonte: www.wired.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT