Home»Città possibile»Mirabello, tutta un’altra luce
Lampione a LED

Mirabello Monferrato passa a LED con l’illuminazione pubblica e cimiteriale. Più risparmio, più valorizzazione, più sicurezza. 

Una scommessa che diventa realtà. Una grande scommessa, se si pensa che si tratta di uno tra i primi Comuni in Europa che concretizza il passaggio completo di illuminazione pubblica a LED, dopo Torraca (Sa), forse il primo se si considera anche l’illuminazione cimiteriale. Un progetto al quale l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Gioanola, sta lavorando da più di un anno e che si concretizza grazie alla sinergia tra Comune, ENEL Sole e Regione Piemonte. Mirabello continua il percorso di Comune a misura d’uomo, ordinato, efficiente.

Ecco in sintesi gli interventi e i numeri previsti. Tre lotti di intervento, i primi lavori si concretizzeranno già entro fine 2011. I punti luce pubblici stradali passeranno da 383 a 397, con soluzioni di lampade a 54W, 70W, 106W, corrispondenti a gruppi di 39, 59 e 84 LED. I consumi energetici passeranno da 186’253,20 kWh/anno a 116’735 kW/anno con una riduzione pari a 69’771,60 kW/h anno e cioè del 37%; riduzione stimata in un risparmio economico di circa 16000 euro all’anno al costo attuale dell’energia elettrica (circa 11400 euro di comsumo e 4500 di manutenzione). La produzione di CO2 passerà dalle attuali 104,37 tonnellate annue a 66,26 tonnellate per una diminuzione percentuale di circa il 31%.

Spiega il Sindaco: “Un risparmio tangibile e importante, anche se i punti luce saranno 14 in più. Infatti l’obiettivo del progetto Mirabello, tutta un’altra luce non poteva prescindere da un aumento della sicurezza per i cittadini. Così aree del Comune a rischio, troppo poco illuminate, come ad esempio le Vie Madonna, Rogna, Vassallo Giarola, Strada Tomba saranno potenziate”.

Un progetto dall’importo complessivo di circa 245’000 mila euro, che vede la partecipazione della Regione con 60’000 euro e di ENEL Sole con l’installazione gratuita di 60 dei circa 400 punti luce previsti. A carico del Comune restano circa 143500 euro che assunti con mutuo comporteranno una spesa annuale inferiore al risparmio previsto, creando quindi una riduzione di spesa fin dal primo anno di installazione.

Conclude il Sindaco: “Volevamo che il risparmio fosse da subito tangibile, perché come tutti sappiamo, c’è bisogno in questo periodo complicato di cercare di creare situazioni che consentano da subito non solo di aumentare l’efficienza ma anche di portare un risparmio. Essere riusciti in questa operazione, allineandoci alle direttive europee del contenimento degli sprechi e di aumento dell’efficienza energetica, progettando un potenziamento dell’illuminazione, della sicurezza, valorizzando la qualità del servizio e anche rendendo armonioso il sistema di illuminazione rende questo progetto sostenibile e utile a 360 gradi. Come per altre attività realizzate in questo periodo, la sinergia con altri enti è stata fondamentale.”

Parallelamente, nelle settimane scorse si è concretizzato l’intera rinnovazione dell’illuminazione cimiteriale, infatti i 567 punti luce a incandescenza da 1,5 W ciascuno sono stati già sostituiti con nuove lampade a LED. Questa operazione comporta il passaggio dell’ energia consumata al camposanto da 7’450 kWh/anno a circa 2’300 kwh/anno, con un risparmio annuo pari a circa il 30%. All’incirca della stessa percentuale anche la riduzione di CO2 immessa in atmosfera.

Venerdì 18 novembre, come secondo appuntamento a seguito di quello sul progetto “verso rifiuti zero”, sarà proprio presentato il progetto “Mirabello, tutta un’altra luce”. L’appuntamento è quindi a Mirabello Monferrato alle ore 21, presso la Sala del Tricolore, Piazza Canto degli Italiani, 1.

Fonte: www.comunivirtuosi.org

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT