Home»World News»Asia»Maratoneta da guinness, ha cento anni
Fauja Singh

In 8 ore completa gara Toronto, suo segreto: te’, curry e vita felice.

Quarantadue chilometri in 8 ore, 25 minuti e 16 secondi: non un risultato eccezionale per un maratoneta. Ma per Fauja Singh, cittadino britannico di origine indiana, è un primato da Guinness. Singh, un Sikh che ha tagliato il traguardo della maratona di Toronto, ha 100 anni ed é diventato l’uomo più vecchio del mondo a completare una gara estrema, che mette a dura prova corridori ben più giovani di lui. Bere té e mangiare curry allo zenzero. Oltre a uno stato mentale zen, di “essere sempre felice”: sono i tre ingredienti del successo di Singh che al ‘muro’ del 35esimo chilometro stava per gettare la spugna ma poi ha ritrovato la forza di dare battaglia nelle ultime due ore. Gli organizzatori stavano smantellando le barricate e gli striscioni al traguardo sul lungolago della metropoli canadese quando lo hanno visto arrancare verso la ‘finish line’.

Lunga barba e turbante, Singh ha tagliato il traguardo al 3.850esimo posto e non era neppure l’ultimo, dietro di lui altri cinque concorrenti. “Fauja è al settimo cielo. Ha combattuto contro se stesso e ha vinto”, ha detto Harmander Singh, il suo allenatore. Già campione del mondo di maratona over 90, Singh era stato protagonista di vari record nel 2003-2004. Nel 2004 era stato testimonial della campagna dell’Adidas ‘Niente e’ Impossibilé insieme a David Beckham e Muhammad Ali, e aveva devoluto il proprio compenso in beneficenza a favore dei bambini nati prematuri. E il bello è che il matusalemme della maratona ha cominciato a cimentarsi con la distanza regina del fondo soltanto undici anni fa, quando si era trasferito a Londra per vivere con un figlio dopo la morte della moglie nel suo villaggio in India: “Stare a casa mi uccideva”, ha spiegato: “Gli anziani in Gran Bretagna fanno vita sedentaria e mangiano una dieta ricca di grassi. Così ho cominciato a muovermi”. “Correre ha ridato a Fauja il baricentro della sua vita emotiva”, ha spiegato l’interprete. Adesso Singh corre e cammina in media 16 chilometri al giorno.

Il suo tempo record risale proprio a Toronto nel 2003: 5 ore e 40 minuti. Nato in India nel 1911 Singh era un contadino nel Punjab quando aveva cominciato ad amare la corsa. La sua prima maratona risale però a undici anni fa, quando aveva 89 anni. Quella di Toronto è stata l’ottava: in mezzo anche New York, la gara più bella del mondo “Il segreto di una lunga vita è l’assenza di stress. Se non puoi cambiare qualcosa, perché preoccuparsi? Sii grato per tutto quello che hai, evita le persone negative, sorridi e continua a correre”, questa la filosofia che anche stavolta lo ha portato al traguardo.

Fonte: www.ansa.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • NONVIOLENZA
  • MEDIA
  • ABOUT
  • CONTACT