Home»Ecologia»Rifiuti, nel 2020 saranno 558 kg pro capite
Wall-E

Valentina Ierrobino

Ogni cittadino produrrà 558 kg di rifiuti nel 2020. La previsione è stata lanciata dall’agenzia dell’Unione europea per l’Ambiente non senza timore. Dagli studi effettuati risulta che ogni anno in Europa cresce il quantitativo di rifiuti prodotto da ogni singolo abitante: se nel 1995 la spazzatura annua pro capite era di circa 468 kg, nel 2008 è salita fino a 524 e nel 2020 sarà di 558 kg se non si interviene. I danni non si prospettano solo per l’ambiente, ma anche per il quantitativo di emissioni di CO2 prodotti nelle discariche.

Forse il cartone della Disney che narra la vicenda di Wall-e, robot ammassa spazzatura, non è lontano dalla realtà se non si interviene con politiche di sostegno alle imprese e soprattutto se non si cambiano gli standard di vendita e acquisto delle merci e dei prodotti, in generale: troppi imballaggi che spesso hanno costi, in termini di denaro e di ambiente, più alti del prodotto che racchiudono. Un ottimo inizio è quello di limitare i rifiuti che finiscono nelle discariche, riciclando tutti i materiali che possono essere utilizzati di nuovo per la produzione di nuovi materiali, ma forse questo non basta.

Se si pensasse di non utilizzare più le discariche in Europa e di riciclare tutti i rifiuti prodotti, si potrebbero eliminare dall’atmosfera 78 milioni di tonnellate di anidride carbonica e gas serra, tra cui il metano, nel 2020 rispetto all’anno 2008. In parte questo avviene già in Norvegia e in Svizzera, dove un’attenta politica di incentivazioni al riciclo ha diminuito dal 68% al 40% la spazzatura che finisce in discarica. Il piano di intervento ha dato i suoi risultati nel tempo: partito nel 1995 ha fatto risparmiare fino al 2008 oltre 48 milioni di tonnellate di CO2. Tra i rifiuti che finiscono in discarica gran parte è costituita da avanzi di cucina e rifiuti del giardino. Come propone l’Unione europea, per migliorare questi dati e limitare i rifiuti umidi occorre incentivare l’uso di sistemi di compostaggio e di produzione di energia con biogas.

Fonte: Ansa

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT