Home»Articoli»Nordic Walking, la camminata nordica
Nordic Walking

La camminata nordica (in inglese nordic walking) è una tecnica di camminata sportiva che viene praticata con l’ausilio di appositi bastoncini. Può essere praticato per benessere per fitness o per sport, dalla camminata tranquilla e terapeutica fino agli esercizi degli atleti.

La camminata nordica ha le sue origini in Finlandia: fin dagli anni trenta gli atleti dello sci di fondo finlandesi utilizzano bastoni nei loro allenamenti estivi. Negli anni ottanta nasce l’idea di sviluppare da questo modo di allenarsi uno sport per tutti, praticabile ovunque ed in ogni stagione. Nel 1996 Marko Kantaneva, uno studente finlandese del Finnish Sports Institute di Vierumäki, per primo preparò una tesi di laurea nella quale era inserita una parte relativa al Pole Walking. In seguito, tramite la collaborazione con la Suomen Latu (The Central Association for Recreational Sports and Outdoor Activities) gli fu chiesto di collaborare con una ditta produttrice di bastoncini per sviluppare un attrezzo specifico per questa attività. Con il nome “sauvakävely” (camminata con bastoni) la discplina venne presentata ufficialmente nel 1997 al popolo finnico. Già lo stesso anno questo sport aveva suscitato un interesse internazionale e venne coniata una “traduzione” inglese più commerciale: Nordic Walking. Nel 2000 venne fondata l’INWA (International Nordic Walking Association), la prima organizzazione ufficiale internazionale con il compito di promuovere e sviluppare questa disciplina in tutto il mondo.

La tecnica

Il Nordic Walking è un’attività particolarmente indicata per i bambini

La tecnica della camminata nordica è “semplicemente” un inserimento dei bastoni nella camminata normale e naturale. La tecnica dell’utilizzo dei bastoni è simile di quello dello sci da fondo classico (passo alternato): il bastone viene appoggiato al terreno in corrispondenza della proiezione del baricentro del corpo. L’appoggio del bastone sul terreno permette una notevole riduzione del carico delle articolazioni delle ginocchia delle caviglie e delle anche. Applicando la tecnica corretta, si riesce a coinvolgere gran parte della muscolatura corporea rendendo la camminata nordica una forma di allenamento aerobico di grande efficacia. Come lo sci da fondo anche questo sport è un ottimo allenamento cardiovascolare e l’esercizio regolare migliora considerevolmente le prestazioni del cuore e dei polmoni, oltre a tonificare e rinforzare la muscolatura di tutto il corpo.

L’insegnamento della tecnica della camminata nordica moderna, oltre a far apprendere un corretto utilizzo dei bastoni, consente anche il recupero della naturale camminata senza bastoni, l’assunzione di una postura eretta e della stabilità centrale del corpo, cioè l’utilizzo attivo dei muscoli della schiena e dell’addome. Un principio fondamentale della disciplina è che tutte le abilità acquisite praticando la camminata nordica devono essere poi trasferite anche nella vita di tutti i giorni.

Nella camminata nordica la possibilità di poter scegliere l’intensità e la difficoltà dei percorsi la rende un’attività idonea per persone di ogni età e in qualsiasi forma fisica, l’alleggerimento dell’impegno a carico delle articolazioni inferiori ne rende adatta la pratica anche a coloro che hanno alcune tipologie di problemi articolari. Come per qualsiasi disciplina sportiva, anche per il Nordic Walking esiste una tecnica da imparare ed apprendere per poter praticare al meglio questa attività e poter così usufruire di tutti i benefici che questo tipo di movimento comporta.

La tecnica fondamentale del Nordic Walking prende spunto dai movimenti propri dello sci di fondo per la tecnica classica, utilizzando il cosiddetto movimento diagonale e inserendo in modo adeguato l’utilizzazione dei bastoncini.

Il Nordic Walking è una camminata naturale che si avvale della successione fisiologica dei movimenti alternati di braccio e gamba opposti alla quale si aggiunge una spinta efficace con il bastoncino che porta ad ottenere una maggiore lunghezza del passo senza però abbandonare la naturale fluidità del movimento.

Si consiglia a tutti coloro che volessero avvicinarsi a questa attività di iniziare con un istruttore qualificato che possa consentire di apprendere correttamente e facilmente la tecnica appropriata.

Attrezzatura

Per questa disciplina vengono utilizzati particolari bastoncini in materiale composito composta da carbonio e/o fibra di vetro che, con una tecnica appropriata (stessa tecnica usata nello sci da fondo), durante il cammino permettono di coinvolgere fino al 90% circa della muscolatura del nostro corpo come in rari altri sport avviene. La lunghezza ottimale la si può calcolare impugnado il bastoncino e verificando che il gomito abbia un angolo di 90° circa (si può anche stimare la misura moltiplicando la propria altezza per il coefficiente 0,68 anche se le diverse proporzioni del corpo di ogni singla persona non ne fanno un metodo ottimale). Per l’utilizzo nei boschi o sullo sterrato i bastoni sono provvisti di una punta metallica, per utilizzi su asfalto si inserisce uno speciale gommino da asfalto in gomma. I bastoni sono provvisti di particolari laccioli regolabili tramite un’apposita chiusura in velcro in modo da permettere il rilascio dell’impugnatura dopo la fase di spinta per non provocare un eccessivo affaticamento delle braccia.

Diffusione

La camminata nordica è praticata in circa 40 paesi in tutto il mondo e stime fatte nel 2007 danno un numero di praticanti nel mondo pari a circa 7,5 milioni di persone ma in costante e rapida crescita. La camminata nordica è una delle discipline più in crescita nel mondo in questo momento. L’attività è maggiormente diffusa in Scandinavia e nell’Europa centrale dove a partire dal 2003 sono stati creati numerosi “Nordic-Walking-Parks” dotati di circuiti di difficoltà variabile. Peraltro da un’analisi di mercato condotta in Germania circa il 69% dei praticanti sono donne.

In Italia il Nordic Walking, arrivato nel 2003 per merito del Maestro di sci Thommy Schoepf che fonda l’ANI, in quel periodo non è ancora molto diffuso e si stimano qualche decina di migliaia di praticanti. Dal 2007 si sta verificando però una grande crescita in termini di popolarità.[senza fonte]. Allievi dell’ANI staccandosi da questa prima organizzazione danno vita ad altre due organizzazioni, prima l’ANWI nel 2005 e poi la Scuola ITaliana Nordic Walking dal 2009 si sono affiancate all’ANI come strutture che si occupano della promozione del nordic walking e della formazione degli istruttori della disciplina in Italia. Dal 2008 un gruppo di Medici, Fisioterapisti, Osteopati, Chinesiologi, Scienze Motorie, ecc. stanno studiando il miglioramento della tecnica con l’ANI, l’obiettivo è quello di utilizzare questa disciplina come una economica quanto efficace attività motoria per la prevenzione ed il mantenimento della salute. Il motto dell’ANI è infatti (il nordic walking, un’attività motoria per il benessere al di fuori da ogni agonismo).

Fonte: Wikipedia

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • NONVIOLENZA
  • ECOLOGIA
  • MEDIA
  • ABOUT
  • CONTACT