Home»Articoli»Khan Academy.org, il sito che è meglio di una scuola
Salman Khan

È basata su un software e video su YouTube. E si è guadagnata il plauso (e i finanziamenti) di Google e Bill Gates.

Come coniugare scuola e nuove tecnologie? Il quesito è all’ordine del giorno. Gli strumenti perché la tecnologia entri prepotentemente nelle aule ci sono eccome. C’è già una lavagna interattiva che sostituisca quella tradizionale con i gessetti. Ci sono già supporti tablet per rimpiazzare i libri. Il problema rimane appunto come. Come utilizzare tutto questo ben di dio tecnologico al meglio dentro le scuole. Qualcuno, forse, ha trovato la risposta, un po’ per caso, un po’ provando. Questo qualcuno si chiama Salman Khan, fondatore della Khan Academy, organizzazione educativa senza scopo di lucro finanziata dalla Bill&Melinda Gates Foundation – con 1,5 milioni di dollari – e, in un secondo momento, da Google – con 2 milioni di dollari. La storia di Khan e del suo innovativo metodo scolastico potete leggerla integralmente su Wired in edicola. Di seguito alcune anticipazioni. 

Partiamo dall’origine: Khan è un informatico e matematico con tre lauree al Mit e un master in Economia. Ha passato diversi anni a lavorare per le aziende della Silicon Valley. L’evento che gli ha cambiato la vita non è stato l’assunzione a un nuovo posto di lavoro, bensì, nel 2004, la richiesta di sua nipote Nadia – residente dall’altra parte del Paese – di un aiuto in matematica. Khan comincia a darle ripetizioni con Yahoo! Messenger. Se non riescono a incrociarsi su Internet, lui le invia delle lezioni preregistrate. Grazie a queste ultime, il ritmo dell’apprendimento di Nadia aumenta velocemente. Khan diventa gradualmente “insegnante privato” di uno stuolo di nipoti e cuginetti per cui elabora un metodo di insegnamento. Il metodo è basato su video caricati su YouTube e un software che ti tempesta di domande e dopo un numero di risposte esatte fornite, passa a un livello più difficile. Un po’ come nei videogiochi. 

In breve Khan scopre che sono migliaia i ragazzini che consultano i suoi video su YouTube. Così decide di trasformare le lezioni private in famiglia in un lavoro a tempo pieno. E fonda la Khan Academy. Si fa presto a dire YouTube, in realtà i video caricati da Salman Khan sono particolari, studiati per favorire al meglio l’apprendimento. Nei video non c’è il suo mezzobusto, ma la sua calligrafia. “Così non sembra che sto in cattedra a fare lezione”, spiega. Il caricamento su Internet avviene solo quando lui sente che i concetti che deve spiegare sono accessibili a un bambino di sette anni. Secondo Khan, la tecnologia dovrebbe invertire il processo di apprendimento nel corso della giornata. I bambini, a casa, tramite Internet apprendono, e la mattina, in classe, fanno i compiti aiutati dagli insegnanti. “È impressionante che Khan sappia spiegare così bene”, ha commentato Bill Gates. “È sconvolgente come una persona sola possa affrontare così tanti argomenti”.

Per alcuni potrà anche essere sconvolgente e Khan potrà avere doti di insegnante fuori dal comune, ma la sua Academy ha dei grossi limiti. Il software che sblocca livelli dopo un certo numero di risposte corrette è indicato per materie scientifiche e matematiche, non umanistiche. Come si fa a insegnare a un bambino a scrivere bene con un metodo del genere? Alcuni critici sostengono che i video suggeriscono un apprendimento a pappagallo, senza possibilità di confronto. Poi, molti insegnanti si chiedono quale futuro avrà il loro ruolo nelle aule. Se basta un video per insegnare, cosa ci fa una persona in un’aula? 

Tutte obiezioni legittime. Ma sbaglierebbe chi liquidasse quello di Khan come un metodo meccanico e privo di umanità visto che i voti di quanti seguono le sue “lezioni private” su Internet, in aula sono migliorati oltre il 106% in un solo quadrimestre. Una cosa è certa: oggi gli studenti hanno più possibilità di gestire l’apprendimento di ieri. La globalizzazione del sapere permette loro di apprendere sempre e ovunque, spezzando la routine meccanica delle “lezioni a scuola/compiti a casa”.

Fonte: www.wired.it – www.khanacademy.org

eBook

One Response to "Khan Academy.org, il sito che è meglio di una scuola"

  1. alessandra   15 settembre 2011 at 11:21

    molto molto bello! avrei dovuto averlo come insegnante virtuale..avrebbe colmato diverse lacune, e risparmiato qualche debito.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • WORLD NEWS
  • NONVIOLENZA
  • MEDIA
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT