Home»Ecologia»Agricoltura biologica»Yvonne, la mucca ribelle. In fuga da tre mesi per non finire al macello

Yvonne in fuga

Impossibile non fare il tifo per lei. Vi presentiamo Yvonne, la mucca ribelle che si è data letteralmente alla macchia nel momento in cui – presumibilmente – si è accorta che era destinata al macello.

Da quasi tre mesi è nascosta nei boschi della Baviera. E’ diventata una sorta di simbolo della libertà e dei diritti animali.

I cacciatori hanno il permesso di sparare a vista. Gli animalisti vogliono prenderla viva per trasportarla in una fattoria-rifugio che l’ha già acquistata per 600 euro e che le offrirà pascolo e serenità vita natural durante.

Il tabloid tedesco Bild ha offerto 10.000 euro di ricompensa a chi riuscirà a catturare la mucca fuggitiva. E ora vengono messe in atto tutte le strategie possibili: ma proprio tutte.

Yvonne è una mucca da latte di 6 anni. E’ fuggita il 24 maggio da una fattoria di Zangberg, in Baviera, dove era stata ingrassata a puntino prima di essere ridotta in bistecche. In suo onore è stata aperta una pagina su Facebook che ha raccolto quai 17.000 fan.

I tedeschi fanno conto su Ernst, il George Clooney dei tori (ma chissà perchè hanno scelto un animale castrato), e sui parenti stretti della mucca fuggitiva: una sorella e soprattutto un figlio di due anni, Friesi.

Le speranze sono riposte soprattutto in quest’ultimo: gli esperti sottolineano il forte legame fra mucca e vitello, e pensano che Yvonne non potrà rimanere insensibile al suo richiamo.

Però negli allevamenti i vitelli sono tolti alle madri appena nati. Il più delle volte alle mucche non è neanche concesso di leccarli dopo averli messi al mondo. La macellazione non è l’unica sofferenza inflitta agli animali d’allevamento: e adesso ditemi se Yvonne non ha fatto bene a ribellarsi e a scappare.

Fonte: www.blogeko.it

 

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • NONVIOLENZA
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT