Home»Articoli»Steve Jobs: le azioni green nella carriera del CEO più famoso del mondo
Steve Jobs

Marco Mancini

Le dimissioni da amministratore delegato (CEO, in inglese) di Steve Jobs hanno suscitato stupore e malumore in tutto il mondo in ogni settore. Non ne ha risentito solo il mondo dell’informatica, ma anche quello dell’economia e persino quello dell’ambiente. L’impatto che il suo capolavoro, la Apple, ha avuto sulla società moderna è stato importante e, cosa che non tutti sanno, ha anche avuto degli effetti positivi nell’intendere il settore IT in termini ecologici. Tra le tante cose che Jobs ha fatto nella sua carriera, a noi piace ricordarne almeno 5 che hanno reso la Apple una mela sempre più verde.

1 – Una sede centrale off-grid: Il capolavoro, come una ciliegina sulla torta, della sua era è stato l’annuncio, appena pochi giorni prima di dimettersi, del rivoluzionario impianto della Apple di Cupertino. Oltre ad essere architettonicamente eccezionale, la sede seguirà una serie di dettami ecologici che vanno dall’isolamento termico all’utilizzo di mezzi puliti, dal recupero della CO2 all’immancabile ricorso alle energie rinnovabili. Pare che l’intero impianto sarà off-grid, cioè staccato dalla rete energetica nazionale, perché in grado di autoalimentarsi completamente.

2 – Abbandono della Camera di Commercio per divergenze sul cambiamento climatico: se il precedente esempio è arcinoto per lo scalpore creato dall’annuncio del progetto, altri aspetti della vita di Steve Jobs sono meno noti, come la sua presa di posizione sul cambiamento climatico che lo portò addirittura ad abbandonare la Camera di Commercio, la quale negava l’esistenza di questo fenomeno. Secondo quanto comunicato direttamente dal fondatore dell’azienda, la Apple si è sempre impegnata nella protezione dell’ambiente, e l’opposizione della Camera di Commercio agli sforzi dell’EPA (l’agenzia per l’ambiente) nel limitare i gas serra, non era in sintonia con la politica aziendale. Si spiega così l’abbandono che è stato una sorta si schiaffo morale all’istituzione.

3 – Miglioramenti nell’efficienza energetica: nel 2009 Apple lanciò le nuove batterie per il MacBook Pro 17″, che hanno migliorato l’efficienza energetica di tre volte rispetto alla media del settore. Inoltre la batteria era anche riciclabile a fine vita, ma soprattutto ha costretto anche il resto del mercato ad adeguarsi e a fare prodotti sempre più eco-friendly. Lo stesso dicasi per il sistema operativo Snow Leopard che aveva introdotto un 10% di miglioramento dell’efficienza energetica che è stato calcolato sia stato in grado di creare un risparmio in tutto il mondo di 80 milioni di chilowattora all’anno.

4 – Materiali più verdi, meno imballaggi: nel corso degli anni, Apple ha cominciato man mano ad utilizzare dei materiali sempre ad impatto inferiore sull’ambiente, nonché a ridurre i suoi imballaggi. Il nuovo MacBook Air è esemplare in questo caso. La confezione usa cartone ondulato realizzato con oltre il 30% di contenuto riciclato e fibre stampate interamente in materiale riciclato. Inoltre, la confezione è fatta di materiale estremamente efficiente, permettendo ad ogni unità di adattarsi almeno al 15% in più al contenitore per la spedizione rispetto al MacBook Air originale.

Inoltre i display hanno cominciato ad essere creati senza mercurio e arsenico, i ritardanti di fiamma bromurati sono spariti e gli interni di cavi e alimentatore sono stati realizzati senza PVC. Ma ancora, il guscio unibody del MacBook Pro è realizzato utilizzando il 50% di componenti in meno, per non parlare della riciclabilità del contenitore in alluminio.

5 – Applicazioni Verdi: la Apple è stata la prima ad inventare le applicazioni verdi per l’iPad e iPhone, ed anche questa scelta ha trascinato tutti gli altri verso questa scelta. Qualche esempio? Esistono 8 applicazioni per misurare le emissioni di anidride carbonica, e almeno una ventina per monitorare il consumo energetico della propria casa, per non parlare di un buon numero di applicazioni per controllare i dati sul trasporto pubblico, car sharing, e applicazioni per conoscere la natura.

Speriamo che il successore Tim Cook, continui su questa strada green tracciata dal mitico Steve Jobs.

Fonte: www.ecologiae.com

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT