Home»Città possibile»Ciclovia in Puglia, mille chilometri per viaggiare sulle due ruote
Cicliste

Una superciclovia in Puglia, per viaggiare e conoscere le bellezze della regione meridionale in sella alle due ruote su strade esistenti ed a bassa intensità di traffico. E’ stato presentato ieri a Bari, alla presenza dell’assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini, il percorso di mille chilometri certificato dalla Fiab, la Federazione amici della bicicletta. Si snoda da Chieuti, in provincia di Foggia, fino a Santa Maria di Leuca. Ciclisti esperti lo hanno effettuato accertandone la fattibilità e segnalando le strade che non presentano particolari difficoltà.

La ciclovia adriatica è stata così inserita nel circuito di Bicitalia ed è la prima così estesa  in Puglia. Si possono scaricare le tappe del percorso dal sito bicitalia.org caricandolo poi su smartphone e navigatori satellitari. Per facilitare il turismo sostenibile su due ruote, sulla mappa sono indicate anche le strutture ricettive: bed&breakfast ed alberghi attrezzati per accogliere nello specifico proprio i ciclisti. Tra le tappe principali figurano Manfredonia, Lesina, Bisceglie, Trani, Barletta, Giovinazzo, lo stesso lungomare di Bari, Mola, Polignano, Monopoli, Savelletri, Brindisi, Lecce, Otranto, Santa Maria di Leuca.

E’ bene sottolineare, lo abbiamo anticipato ad inizio post, che non si tratta di piste ciclabili ma di strade a bassa intensità di traffico (arterie secondarie, provinciali) e dunque particolarmente adatte per i cicloturisti. Solo l’1% del percorso è composto in effetti da strade riservate alle due ruote, anche se dovrebbero presto aumentare, dal momento che proprio a settembre per i Comuni pugliesi partirà, come promesso dall’amministrazione proprio nella giornata di ieri, un ulteriore bando regionale per la realizzazione di nuovi percorsi su due ruote ed il potenziamento delle piste ciclabili già esistenti.

La Regione si è già impegnata a colmare alcune criticità del percorso di mille chilometri della ciclovia adriatica, come ad esempio alcuni tratti con traffico automobilistico troppo intenso, proibitivo dunque per i ciclisti. Come ha spiegato lo stesso Minervini:

“In autunno abbiamo intenzione di stanziare una somma cospicua, qualche milione di euro, proprio per il rilancio di questa ciclovia, provvedendo quindi ad interventi strutturali e ad una segnaletica adatta”.

Fonte: www. ecologiae.com

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT