Home»Foto»Buon compleanno blog
Generazione web

Caterina Visco

165 milioni. Anzi, persino qualcosa in più. Tanti sono i blog attualmente presenti in rete secondo le stime di Blog Pulse, il termometro della blogosfera. E crescono al ritmo incredibile di 70-80 mila ogni giorno. Milioni di persone che attraverso post, commenti, link, esprimono le proprie opinioni, si scambiano informazioni, condividono passioni. A dare loro questa possibilità, o almeno uno strumento per fare tutto questo, è stato – appena 14 anni fa – Dave Winer, sviluppatore di software statunitense. Che il 18 luglio 1997 rilasciava Frontier’s NewsPage, la prima suite che permetteva la pubblicazione di blog. 

Ovviamente, quando lavorava alla sua suite Dave non aveva ancora idea di cosa fosse un blog. A dire il vero, il termine non esisteva nemmeno: a parlare per la prima volta di weblog (meglio, web-log) fu infatti Jorn Barger, commerciante statunitense che il 23 dicembre del 1997 aprì una pagina web personale – usando proprio la piattaforma di Winer –  per condividere con altri internauti la sua passione per la caccia. Barger fu insomma il primo blogger del mondo. Ma a coniare definitivamente il termine, dando origine a “blog”, fu poi due anni dopo un altro blogger, Peter Merholz. 

Oltre al primato conquistato con Frontiers, Winer ha diversi altri motivi per essere orgoglioso. Non solo perché il suo blog Scripting News è a oggi il più longevo del Web, avendo cominciato le pubblicazioni dei post pochi giorni dopo Barger, o perché la sua grafomania digitale lo ha portato a scrivere per 28 siti contemporaneamente (è stato anche content editor di Wired tra il 1994 e il 1996). Ben più rilevanti, e non da meno del blogging, sono i successivi contributi di Winer allo sviluppo delle incredibili potenzialità del web come strumento di comunicazione e condivisione di informazioni. 

Tanto per cominciare, all’epoca di Frontier, l’ex studente della Tulane University e della University of Wisconsin-Madison aveva già fondato due aziende: la Living Videotext, con la quale ha messo a punto prodotti per Apple e Ibm (ceduta a Symantec nel 1987) e la Userland Software. È con questa che nel 1998, lavorando per Microsoft, ha progettato il protocollo XML-RPC per far dialogare attraverso la rete sistemi e linguaggi diversi (seguito nel 2000 da SOAP); l’anno successivo ha dato la vita all’ RSS (quello dei feed che ti permettono di essere aggiornato su tutto quello che ti interessa), messo a punto con Netscape. Grazie a questa creatura ha poi realizzato My.UserLand.Com, il primo aggregatore di notizie basato proprio sull’RSS, seguito nel 2002 da Radio UserLand. Sua è anche la co-paternità del podcasting. Ha tenuto lezioni di blog nel tempo sacro di Harvard, lanciando l’Harvard Weblog, e oggi mette a disposizione di menti più giovani il suo talento presso l’Arthur L. Carter Journalism Institute della New York University.

E molti altri sono i contributi che il mondo della rete si aspetta da Winer, soprattutto quando arriverà il momento del fantomatico web 3.0

Del resto, buon sangue non mente. Il pallino per l’informatica e la comunicazione, nonché la passione per la scrittura di Dave, sono probabilmente eredità del nonno Arno Schmidt (scrittore tormentato della Germania a cavallo della II Guerra Mondiale) e da un’altra lontana parente che ha fatto la storia delle comunicazioni: quella Hedi Lamarr, poliedrica attrice hollywoodiana degli anni 30, che brevettò il Secret Communications System, una tecnologia alla base delle moderne telecomunicazioni 3G.

Fonte: www.wired.it

 

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT