Home»Ecologia»Attivista di Greenpeace bandito da Roma per fermare il nucleare
Attivista di Greenpeace bandito da Roma

Greenpaece

Sai che succede in Italia se protesti per fermare il nucleare? Diventi un bandito e ti cacciano via dalla città. È successo a Nazareth, climber e attivista storico di Greenpeace. Domenica ha partecipato all’azione all’Olimpico. Insieme ad altri sei attivisti ha aperto lo striscione “Da Milano a Palermo, fermiamo il nucleare”. Tutti e sette sono stati interdetti dagli stadi. A Nazareth è stato imposto anche il foglio di via con divieto di ritorno a Roma per 3 anni. È giusto secondo te trattare un attivista come un delinquente?

In pratica, Nazareth è stato bandito da Roma. E la sua colpa? Aver rotto – con un’azione non violenta! – il silenzio generale ordinato dal Governo sul Referendum.
Dopo l’approvazione del decreto Omnibus in Parlamento, domani sarà la Corte di Cassazione a decidere se il Referendum verrà annullato sul serio.

La partita non è ancora chiusa e se non vogliamo che la protesta di Nazareth sia stata vana, serve anche la tua partecipazione.

Dobbiamo essere in tanti a difendere il Referendum sul nucleare del 12 e 13 giugno. Firma subito sul sito de ipazzisietevoi.org e inoltra ai tuoi amici.

Fonte: www.greenpeace.org/italy

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT