Home»Articoli»Il decennio in Rete: i 10 siti più importanti
I 10 siti internet più importanti

Negli ultimi dieci anni alcuni siti ci hanno sconvolto la vita. Potresti immaginare la tua giornata senza Facebook, Youtube o Twitter? Difficilmente. E qui ti diciamo il perché.

Antonio Caffo

Ecco la nostra personale selezione dei dieci siti più importanti degli anni Zero. Ce ne siamo persi qualcuno? Ne aggiungereste altri? A voi la parola.

Wikipedia
È probabilmente il passaggio chiave all’era dell’Internet 2.0. L’idea di base è quella della cooperazione alla creazione delle voci dell’enciclopedia libera per condividere il proprio sapere con il mondo. Alcuni articoli, proprio per questo, sono da prendere con le molle.

Facebook
Il gancio naturale tra la vita reale e quella digitale. Vi basta cercare, con il loro nome, gli amici che volete aggiungere e il gioco è fatto. Una volta che avrete qualche amico vi verranno proposti “gli amici degli amici” e la vostra rete sociale inizierà ad allargarsi. Uno degli aspetti più importanti di Facebook sono le applicazioni, si tratta per l’appunto di applicazioni di terze parti sviluppate per integrarsi in modo da espanderne le funzionalità.

YouTube
È il sito web che presenta il maggior tasso di crescita. Nel giugno 2006 l’azienda ha comunicato che quotidianamente vengono visualizzati circa 100 milioni di video, con 65.000 nuovi filmati aggiunti ogni 24 ore. L’incremento di popolarità che il sito ha avuto dalla sua fondazione gli ha permesso di diventare il quarto sito più visitato nel mondo dopo Google, Msn e Yahoo.

TripAdvisor
Tripadvisor è un celebre sito dedicato al turismo, in cui gli utenti stessi posso postare la propria opinione. La cosa interessante di Tripadvisor è che i pareri degli utenti del sito non sono semplici recensioni circa gli hotel, ma veri e propri diari di viaggio di una community più che mai attiva. Da gennaio di quest’anno sono 6,6 milioni i visitatori di media al mese.

Twitter
Un servizio diventato estremamente popolare. Proposto all’inizio come avversario di
Facebook, ne è diventato l’alleato più stretto, almeno per gli utenti. Twitter viene usato per diffondere notizie, come strumento di giornalismo partecipativo. Ad esempio, nel caso del terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, gli utenti Twitter hanno segnalato la notizia prima dei media tradizionali.

WordPress
Una piattaforma di blogging che offre la possibilità di aprire una propria finestra sul web gratuitamente. La semplicità di personalizzazione e inserimento degli articoli ha permesso una forte crescita.

WikiLeaks
È un’organizzazione internazionale
senza scopo di lucro che riceve in modo anonimo, documenti coperti da segreto (segreto di stato, segreto militare, segreto industriale, segreto bancario) e poi li carica sul proprio sito web. Un sito è curato da giornalisti, attivisti, scienziati e dai cittadini di ogni parte del mondo che possono inviare (sono anzi invitati a farlo) materiale “sospetto” tenuti nascosto.

MySpace
Lavora connettendo tra loro le persone per affinità di interessi. Ogni membro ha una serie di amici, probabilmente legati per affinità, amicizia o ammirazione. Tanto che in America, ormai è fondamentale inserire nel proprio curriculum il numero di amici affiliati tramite MySpace.

SecondLife

È considerata una piattaforma ed un nuovo media per diversi settori: apprendimento, arte, imprese, formazione, musica, giochi di ruolo, architettura. Con un client esterno prendono vita personaggi, oggetti e location tridimensionali. Una comunità in continua via di sviluppo.

Flickr

L’utilizzo del servizio negli anni è cambiato parecchio. Inizialmente nato come strumento per ospitare le proprie immagini da pubblicare su altri siti, ha avuto grande successo grazie al fenomeno dei blog. In seguito si è evoluto, diventando esso stesso una comunità virtuale grazie ai gruppi tematici ed ai forum; anche grazie alla crescita tecnologica ed al largo numero di strumenti fotografici, viene utilizzato per raccogliere la digigrafia della propria vita e rimanere aggiornati su quella dei propri conoscenti ed amici.

Fonte: www.wired.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT