Home»Ecologia»Caos climatico. Finlandia vicina ai 40 gradi. Il 2010 finora è l’anno più caldo di sempre

Caldo record

Quasi 40 gradi in Finlandia: si allunga l’elenco dei Paesi che quest’anno hanno battuto il proprio record di caldo. Il 2010 è sulla buona strada per diventare l’anno più caldo di sempre. Dagli Stati Uniti lo dicono sia la Nasa sia il Noaa (National climatic data center della National oceanic and atmospheric administration): la prima parte dell’anno ha battuto tutti i record di temperatura.

E’ un’altra prova (se mai ce ne fosse bisogno…) del caos climatico ormai palese: estremizzazione degli eventi atmosferici nell’ambito di un trend di riscaldamento generalizzato e causato dalle attività umane.

Nell’estremizzazione degli eventi entrano il freddo di quest’inverno in parte dell’Europa, la siccità in Russia, le alluvioni in Pakistan. Eccetera eccetera. Ma se vogliamo guardare il quadro d’insieme…

Circa una settimana fa la Nasa ha pubblicato un bollettino in cui dice che da gennaio a luglio la temperatura della Terra è stata la più alta mai raggiunta da quando si possiede la registrazione delle temperature.

I primi sette mesi dell’anno sono stati più caldi del corrispondente periodo nel 1998, finora l’anno più caldo di sempre. Anche il decennio 2000-2009 è stato il più caldo di sempre.

Anomalie climatiche

Queste cartina, sempre della Nasa, mostra le anomalie delle temperature (rispetto alla media 1951-1980) nei primi sette mesi di questo 2010, e nei primi sette mesi del 1998.

In tutto e per tutto analoga la diagnosi del Noaa, nel bollettino mensile pubblicato venerdì scorso. Il suo comunicato stampa si focalizza soprattutto sul mese di luglio, il secondo più caldo mai registrato dopo quello del 1998.

In luglio le temperature sono state particolarmente alte in Europa, Russia orientale e Asia occidentale, dice il Noaa, specificando che la Finlandia ha battuto il record nazionale di caldo il 29 del mese, quando il termometro ha toccato i 37,3°C.

Quasi 40 gradì in Finlandia, la terra dei ghiacci, delle renne e di Babbo Natale: fra un certo effetto, non vi pare? Mi piace sottolineare un altro elemento. Fra i Paesi che hanno battuto quest’anno il record nazionale di caldo c’è anche il Pakistan: 53,5°C raggiunti il 26 maggio nella città di Mohenju Daro.

Il Pakistan, il Paese ora in ginocchio per le alluvioni. Caos climatico, appunto. Non è che il sistema Terra si è un filino destabilizzato?

Sul sito della Nasa le temperature globali nel luglio 2010 e nella prima parte di quest’anno

Il comunicato stampa del Noaa: secondo luglio più caldo di sempre, temperature record nella prima parte del 2010

Su Wunder Blog record di caldo in Pakistan (via Treehugger)

Fonte: www.blogeko.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT