Home»Articoli»Flipboard, nasce il Google News dei social network

Flipboard

L’applicazione, concepita per l’iPad, recupera i contenuti dei nostri amici su Facebook e Twitter e li impagina in una rivista.

Francesco Oggiano

I social network si fanno giornale e sbarcano sull’iPad. Martedì è stato lanciato Flipboard, un aggregatore di contenuti generati dagli utenti dei social network: post, status, link, video e immagini.

IL PROGRAMMA GRATUITO – Il programma, disponibile gratuitamente, è stato sviluppato da Mike McCue (già Ceo della Tellme) e da Evan Doll (sviluppatore Apple). Per usarlo basta avere un iPad e fornire le proprie credenziali di accesso a Facebook e Twitter. Una volta impostata, l’applicazione provvederà ad analizzare i contenuti postati dai propri amici e a ordinarli graficamente come una rivista.

LA PERSONALIZZAZIONE – Il punto di forza dell’applicazione è la personalizzazione del “giornale”: ogni utente può creare le proprie sezioni preferite (ruotanti attorno a determinate tag) oppure può ordinare al software di “prediligere” i contenuti di determinati amici. In pochi secondi si ritroverà davanti una rivista sfogliabile con un dito, grazie alla tecnologia touch-screen dell’iPad, e potrà consultare più velocemente i contenuti che gli interessano, senza scorrere le lunghe paginate dei social network alla ricerca di ciò che gli interessa.

L’ANALISI DEI CONTENUTI – Per l’analisi e l’estrazione dei contenuti “sensibili”, la stessa Flipboard ha annunciato l’acquisizione di Ellerdal, un avanzatissimo programma di analisi e comparazione semantica dei contenuti in tempo reale.

UN GOOGLE NEWS DEI SOCIAL NETWORK – “Con oltre 1 miliardo di messaggi al giorno, i social network stanno diventando il vero mezzo con cui le persone scoprono e condividono le informazioni – ha detto il Ceo Mike McCue – Il risultato è un insieme di post e link sparsi sui siti più disparati”. Di qui l’intuizione di unirli tutti in una rivista: idea per molti aspetti simile a quella che sta alla base di Googe News.

I CONTRASTI CON GLI EDITORI – A differenza del servizio di Mountain View, che si limita a linkare i contenuti dei giornali online, Flipboard recupera le informazioni linkate dagli utenti (video, immagini o articoli), se ne impossessa e le impagina nella rivista in versione integrale. Una procedura che ha creato non pochi grattacapi ai Ceo dell’azienda, che si sono sorbiti le proteste degli editori americani. Alla fine i due hanno ceduto. Flipboard acquisirà soltanto i contenuti prodotti dagli editori che daranno il loro permesso, limitandosi a linkare le informazioni “protette”.

Fonte: www.affariitaliani.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • MEDIA
  • TECNO
  • ABOUT
  • CONTACT