Home»Foto»CONDANNIAMO GLI ATTACCHI ALLA FLOTTA UMANITARIA

Kumi Naidoo - Direttore esecutivo Greenpeace International

Condanniamo l’uso della forza negli scontri che, lo scorso 31 maggio, hanno portato al ferimento e alla morte di attivisti e soldati nel Mediterraneo Orientale. Siamo estremamente preoccupati per la perdita di vite umane e inviamo le nostre condoglianze alle famiglie e ai cari delle persone rimaste uccise.

Promuovere la pace e la non violenza è al centro della missione di Greenpeace e di tutto quello che facciamo. Crediamo nel diritto a protestare in modo pacifico e all’attivismo non violento.

Greenpeace sostiene la richiesta per la definizione immediata di un comitato di inchiesta che faccia luce sui tragici avvenimenti del 31 scorso.

Greenpeace sostiene anche la richiesta della cessazione dell’attuale blocco della striscia di Gaza per consentire di soddisfare gli urgenti bisogni di carattere umanitario della zona.

Infine, l’unica garanzia di sicurezza per il Medio Oriente, inclusa Israele e i Paesi confinanti, è il ritorno ai negoziati di pace tra Israele, l’Autorità Palestinese e gli Stati Arabi; noi facciamo appello a tutte le Parti perché si impegnino in negoziati di pace per il bene della regione e del suo futuro.

Kumi Naidoo

Direttore esecutivo

Greenpeace International

Fonte: www.greenpeace.org/Italy

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT