Home»Ecologia»Agricoltura biologica»Ortofrutta Connection, Legambiente: 27 clan fanno affari nel settore delle agromafie

Ortofrutta connection

L’antimafia napoletana, all’alba di oggi, ha fatto scattare la maxioperazione contro i clan camorristici e mafiosi che si spartivano il grosso business del trasporto su gomma dei prodotti ortofrutticoli italiani. Numerosi i mercati all’ingrosso interessati dal sodalizio tra la criminalità organizzata siciliana e quella campana in tutto il sud Italia ma il centro nevralgico, a quanto pare, era il mercato di Fondi, in provincia di Latina.

L’affare smantellato dalle squadre mobile di mezza Italia verteva principalmente sul trasporto ma, a detta di Legambiente, il problema è molto più vasto e anche la produzione e la trasformazione dell’ortofrutta potrebbero rientrare negli interessi dei clan:

Sono 27 i clan censiti da Legambiente nel settore delle agromafie, che operano nell’acquisizione fondiaria, nella gestione delle coltivazioni, nella sofisticazione dei prodotti alimentari fino al sistema dei trasporti e della distribuzione con l’imposizione dei prezzi ai commercianti.

Già con i fatti di Rosarno, in Calabria, si era capito che nelle campagne del sud qualcosa non andava e persino le maggiori associazioni di categoria, Confagricoltura, Cia e Coldiretti, lo denunciano da tempo, con posizioni più o meno simili tra loro.

Legambiente, però, per voce del suo coordinatore campano Michele Buonomo, si spinge anche oltre:

A rendere particolarmente difficile il contrasto degli abusi e il ripristino della legalità il fatto che le attività criminali in questo settore si intrecciano e si confondono con le attività legali attraverso un complesso sistema di relazioni tra contesto sociale, struttura economica e istituzionale

Fonte: Legambiente

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT