Home»Ecologia»Energy Revolution»In Cina testano a Turfan una cittadella alimentata da eolico, pannelli fotovoltaici e geotermico

Eolico in Cina

La Cina per il 70% del suo approvvigionamento di energia elettrica usa carbone contro il 29% della media mondiale. Il dragone, perciò anche se spende poco inquina. Il fatto è che questo suo inquinamento fa torcere il naso agli Stati Uniti che hanno sempre molto da ridire in merito, anche se loro inquinano forse di più. (Ma questa è un’altra storia e riguarda l’economia e non la tutela dell’ambiente).

Dunque, i cinesi ogni tanto se ne vengono fuori con brillanti proclami, com’è d’altronde nel loro stile. Questa volta annunciano un esperimento di energia sostenibile a Turfan, capitale dello Xinjiang. Siamo nel nord-ovest della Cina, sulla Via della Seta e nel bel mezzo di un deserto, ventoso, che ospita uno degli impianti eolici più grandi al mondo, quello di Dabancheng.

Informa l’agenzia Xinhua che a Turfan in un area di circa 8 Km quadrati sarà impiantata una cittadella che sarà alimentata solo da energia proveniente da eolico, geotermico e da pannelli fotovoltaici:

Un impianto di produzione di energia fotovoltaica con una potenza installata di 13 MW sarà costruito per rifornire di energia elettrica per i residenti della zona, per illuminare le strutture pubbliche e per alimentare i veicoli elettrici sia privati sia pubblici. Il numero di autovetture private sarà ridotto al minimo mentre le batterie di accumulo dell’energia solare verranno utilizzate per autobus e taxi.

Fonte: www.ecoblog.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT