Home»Foto»Terra Madre di Ermanno Olmi – Trailer
Terra Madre - film di Ermanno Olmi

Ci salverà il ritorno ai saperi contadini.

Nelle sale il film è arrivato a inizio maggio. Introdotto da un impegnativo motto del suo pluridecorato regista: «Vivere con meno sarà il nuovo Rinascimento».

Terra Madre è un film documentario di Ermanno Olmi. Presentato all’ultimo Festival di Berlino, dura 78 minuti, durante i quali propone il punto di vista di un maestro del cinema mondiale sul grande tema del cibo e sulle sue implicazioni economiche, ecologiche, sociali.

L’opera è un film d’inchiesta che fa i conti con i destini del pianeta, e dunque non fa mistero della sua natura di “opera politica”: sostiene infatti la tesi della necessità di fare ritorno a un sistema agricolo ecocompatibile.

Per questo scopo, seleziona singoli casi significativi, per poi estendere il discorso a una dimensione universale, auspicando un ritorno alla natura e a una produzione alimentare sostenibile.

L’ispirazione a Olmi l’ha fornita la proposta di dirigere un documentario dedicato al meeting internazionale, omonimo al titolo del film, organizzato da Slow Food (foto sopra). Olmi ne ha approfittato per proseguire con coerenza un discorso intrapreso più di trent’anni fa con “L’albero degli zoccoli”, capolavoro dedicato al mondo contadino. I tempi sono cambiati: un melting pot (un crogiolo) internazionale e interrazziale ha sostituito la ristretta comunità dei mezzadri della bassa bergamasca. Ma alla resa dei conti, i valori da applicare nel mondo della produzione alimentare, così come negli altri ambiti, restano gli stessi. Olmi esalta dunque il mondo contadino, mostrando la sua maniera di vivere la terra e la natura in maniera corretta.

II contadino vive dei prodotti della terra, trae un suo guadagno da questo lavoro ma al contempo è legato all’ambiente da sentimenti di amore e rispetto.

Questo mondo rischia di venire schiacciato dalle leggi del profitto e dalle grandi imprese. Per evidenziare quanto rischiamo di perdere, Olmi organza un allarmante ma a tratti poetico giro del mondo per immagini: si va dal racconto della banca delle sementi in Norvegia alle api uccise dai pesticidi, dalla rappresentazione di un anno di lavoro di un contadino al “pedinamento” in India, del capo della commissione internazionale per l’alimentazione, l’economista Vandana Shiva.

Documentato, raffinato, politico, e… poetico.

Fonte: La Stampa

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • MEDIA
  • ABOUT
  • CONTACT