Home»Articoli»Sapreste dire chi sono i veri operatori di pace?

Chi sono i veri operatori di pace?

don Giorgio De Capitani

Mentre Umberto Bossi sputa le solite cavolate e la Lega bifolca applaude al Barbaro, mentre il nostro presidente del consiglio si commuove, piange e ride ai funerali di Raimondo Vianello, riceve l’Ostia e pensa al Quirinale o a come far fuori politicamente l’incomodo Gianfranco Fini, mentre alcuni rappresentanti del nostro MalGoverno sparano cavolate su Emergency, poi fingono di difenderne i tre operatori sequestrati, mentre… mentre… finalmente la bella notizia: i tre ostaggi sono stati rilasciati!

Dopo questa ennesima oscura vicenda che ha visto ancora una volta Emergency al centro di un complotto internazionale che vuole eliminare o mettere paura ai diretti testimoni di una guerra che sta massacrando innocenti e bambini, allo scopo di… Sì, allo scopo di che cosa? Lo sapete voi?

Non parlatemi per favore di pace! Il potere non sa che cos’è la pace! Conosce solo: dominare, reprimere, sfruttare, allo scopo di estendere il proprio dominio. Magari per un gruzzoletto di miseri denari. È il caso dell’Italia che è in guerra per un pugno di mosche.

Sì, i nostri soldati, mercenari perché pagati per farlo, sono in Afghanistan per un’operazione militare, e forse – ma a loro che importa? – non conoscono neppure i giochi perversi di una politica che parla di democrazia, e ammazza anche i civili.

La mia rabbia di cittadino è proprio questa: la gente non sa più distinguere tra la pace e la violenza di Stato. Come si può accettare che i medici siano messi sullo stesso piano dei militari? Un militare che muore diventa un eroe, un medico che cura le ferite di una guerra bastarda di cui i militari sono complici, se muore non è altro che un semplice cadavere da seppellire. Magari senza la benedizione del prete.

Però il prete non si pone il problema se sia opportuno o no dare la Comunione a un soldato che ha fatto della donna solo uno straccio con cui pulirsi il sedere, anche se, attualmente, per una giusta rivendicazione della moglie che si è tanto stancata di essere umiliata da chiederne lo scioglimento di ogni legame, può permettersi di prendere in giro anche il Padre Eterno, quel Padre Eterno reso vittima purtroppo di una religione che vive di un Codice, quello di Diritto Canonico, che tiene conto solo del legame giuridico per permettere o no ad un credente di accostarsi ai sacramenti della Chiesa.

(Diventerebbe lunga questa parentesi, se dovessi veramente affrontare il problema della vita di fede e di grazia, dei sacramenti e della loro ricezione, di tutto quel mondo “religioso” che è riuscito a coprire di ipocrisia la coscienza. E la Chiesa ha le sue colpe. Penso di aver già detto qualcosa su questo. Comunque, tornerò a dire la mia).

Ma non è fuori luogo, ed urtante, parlare di queste cose, quando c’è di mezzo il problema della pace e della violenza della guerra, e di tutto quel mondo ipocrita che lo circonda? Forse no, se questo mondo ipocrita è fatto di una politica demente, come quella italiana, il cui epicentro sta proprio in quel Coso che vorrebbe essere l’arbitro di complessità socio-politiche la cui entità, per essere affrontata, richiederebbe una sapienza tale da richiamare in vita il genio del nostro passato. E ne basterebbe uno solo, magari un nano, tanto è raro trovare oggi un benché minimo respiro di Saggezza.

Nel frattempo, appena si vede uno spiraglio di luce, e la luce è il riflesso del volto più bello dell’amore che è gratuità – andate a dirlo al mercato più folle che stringe gli spiriti fino a soffocarli! – allora il potere chiude le imposte, blocca ogni fessura, mette sotto silenzio la voce della coscienza, tira fuori le armi della diplomazia più scandalosa.

Auguro a Emergency di riprendersi il suo posto di battaglia, che è quello, unicamente quello di lottare contro la morte, quella morte che i suoi operatori, ogni giorno, vedono sulla faccia di migliaia e migliaia di persone costrette a vivere in un conflitto che nessuno capisce, ma che a tanti fa comodo per fare i loro giochi sporchi.

Fonte: www.dongiorgio.it

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • NONVIOLENZA
  • ABOUT
  • CONTACT