Home»Città possibile»Il bilancio partecipativo di Canegrate (MI)

Bilancio di Canegrate

Salvatore Amura

Ieri sera si è conclusa con la votazione di Canegrate Partecipa e la presentazione del Bilancio di Previsione 2010, una tappa importante del nostro lavoro. Il Bilancio contiene alcuni elementi di grande novità: i servizi a domanda (istruzione, servizi sociali, anziani) sono al 43%, il tasso di copertura più basso di tutta la regione, un impegno concreto per sostenere i cittadini in questa fase drammatica. E’ stato confermato il fondo straordinario anti-crisi, pensato per sostenere mutui e affitti, spese sanitarie e scolastiche, spese familiari. L’anno precedente è stato utilizzato per l’85%.

I servizi sportivi sono al 13%, del tasso di copertura, con un intervento complessivo annuo di 280 euro, per promuovere la cultura sportiva ad interventi di manutenzioni sugli impianti.

Gli oneri di urbanizzazione sono stati ridotti sensibilmente in tre anni dal 18% del 2007 al 3,5% di quest’anno, quasi a impatto zero, dimostrazione che si può rinunciare ad un urbanizzazione selvaggia e disordinata.

La raccolta differenziata è arrivata al 63%, con 700 famiglie che fanno il compostaggio nel giardino della propria abitazione.

Il nostra Comune anche quest’anno ha rispettato il Patto di stabilità che di fatto ci obbliga a fare investimenti in opere, soprattutto per rendere le nostre strutture civiche compatibili con gli standard ambientali più avanzati, solare termico, geotermico, impianti eolici, ma anche interventi negli impianti sportivi e la realizzazione del CSE, nuovo spazio polivalente di tutti i Servizi Sociali, solo per fare alcuni esempi.

Finalmente la prima vera esperienza di Bilancio Partecipativo a Canegrate ha dato i suoi frutti, dopo le sperimentazioni del 2007-2008-2009, ecco i risultati: C.S. Falcone e Borsellino 174 partecipanti 26,61%; Parco di via dei Partigiani 164 partecipanti, 25,08%; Centro di aggregazione giovanile 144 partecipanti 22,02%.

Già i primi due danno il segno della nostra comunità, una palestra dedicata a Falcone e Borsellino e il Parco del Partigiani, due riferimento della nostra storia che si mettono in relazione con un importante processo di partecipazione diretta dei cittadini.

Ieri è stata una gran bella serata di democrazia! Sala Consiliare piena e un fresco profumo di comunità viva. Sono stati presentati i risultati della partecipazione a questa terza fase, quasi 700 cittadini di cui oltre 120 via internet! e la maggioranza dei quali donna! E’ seguito un bel momento di deliberazione con gli interventi dei promotori delle priorità. Si è votato.

Ma il dato più bello è che da sole, le prime tre priorità hanno collezionato quasi i 2/3 di tutti i voti. E non è un caso, dato che esse siano state le opere su cui la cittadinanza si è mobilitata maggiormente. I soli dieci voti di scarto hanno mosso l’Amministrazione a considerare l’ipotesi che possano essere realizzate entrambe le priorità, fermo l’impegno categorico nei confronti della prima.

Una gran bella pagina di democrazia partecipativa, non c’è che dire, dove Canegrate ha scoperto un altro modo di vivere la città e di concepire la Politica. Quella con la P maiuscola. Ora la palla passa all’Amministrazione che ha la responsabilità più grande che Voi stessi gli avete affidato, quella cioè di tradurre in realtà le vostre scelte. Ora Canegrate sa cosa vuol dire partecipare a Canegrate! Grazie di cuore a tutti per questa bella pagina scritta assieme.

Preparatevi per il prossimo Bilancio…

Salvatore Amura – Assessore al bilancio di Canegrate (MI)

Fonte: www.canegrate-partecipa.org

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT