Home»Città possibile»Comuni virtuosi»E’ ora di cambiare

Fotovoltaico in una scuola di Capannori

Promuovere il risparmio e l’efficienza energetica, diffondere il fotovoltaico e il solare termico nelle abitazioni private, informare e ‘consigliare’ i cittadini, migliorare le condizioni di accesso al credito, incentivare le aziende fornitrici e installatrici a migliorare la loro offerta dal punto di vista economico e qualitativo.

Tutto questo è ciò che si propone il progetto ‘Echo Action 2-Solar Connection’ al quale Comune di Capannori (LU) e Alerr Foundation stanno per dare inizio. Per rendere concrete sul territorio le finalità del progetto, Comune e Alerr hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che prevede varie azioni, tra cui una campagna di informazione e di comunicazione sul risparmio e l’efficienza energetica nelle abitazioni private e la predisposizione di un avviso pubblico alle aziende fornitrici e installatrici di impianti solare termico e fotovoltaico invitandole a presentare un’offerta vantaggiosa per i gruppi di acquisto solare, ovvero gruppi di cittadini  che possono organizzarsi, così come alcuni già fanno per acquistare frutta e verdura, per installare pannelli fotovoltaici sui tetti di casa a prezzi vantaggiosi rispetto ad una installazione individuale.

Il nuovo progetto, unico nella provincia di Lucca, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa dall’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci e dal presidente di Alerr Foundation Maurizio Picchi presente insieme al vice presidente Franco Nolli, e sarà presentato ai cittadini in un’assemblea pubblica che Comune e Alerr hanno promosso per  lunedì 1 marzo alle ore 21.00 nella sala riunioni del Comune.

Entro la fine di marzo, poi, il Comune spedirà al domicilio di tutti i capofamiglia un opuscolo illustrativo del progetto realizzato insieme ad Alerr.
Entrambi gli enti si occuperanno  anche di contattare gli istituti di credito che operano sul territorio per ottenere condizioni migliorative di accesso al credito.

Da parte sua Alerr effettuerà un monitoraggio a campione sulla produzione di un numero prestabilito di impianti fotovoltaici per la durata di vita tecnica degli stessi e curerà la realizzazione di una mappa e di una banca dati sulla solarizzazione del territorio, che prevede la pubblicazione periodica dei dati.
Il protocollo prevede, inoltre, un’altra innovativa possibilità, che è quella di dar vita a progetti di ’solarizzazione’ di impianti fotovoltaici a costo zero per i privati che aderiscono al progetto.

Il Comune infatti dà la possibilità ai cittadini di installare gratuitamente sui propri tetti impianti fotovoltaici attraverso la collaborazione con ditte specializzate. Il cittadino può concedere in comodato d’uso gratuito il proprio tetto per 20 anni e i privati in cambio realizzano l’impianto secondo la modalità del conto energia. A partire dal 21° anno l’impianto fotovoltaico diverrà di proprietà dell’utente.

L’acquisto collettivo di impianti fotovoltaici – spiega l’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci – offre vantaggi da un punto di vista economico e ambientale. Economico perché permette di ottenere prezzi  competitivi con gli installatori e con le banche nel caso si necessiti di crediti per l’installazione.

Ambientale perché si producono meno immissioni inquinanti nell’atmosfera, con conseguente migliore qualità della vita. Interessante – prosegue Ciacci – anche la possibilità di concedere il proprio tetto in comodato d’uso perché chi non ha le possibilità finanziarie di fare l’investimento può lo stesso installare i pannelli”.
Entrambi i progetti, oltre ai privati cittadini, possono essere estesi anche a piccole aziende locali.

Dopo ‘Echo Action 1′, finalizzato alla lotta degli sprechi di energia, ora con questa ulteriore iniziativa – conclude Ciacci – intendiamo permettere a tutti i cittadini interessati di fare la loro parte per ridurre le emissioni in atmosfera e contribuire alla creazione di nuovi posti di lavoro. Solo attraverso un percorso che coinvolge attività produttive, cittadinanza e amministrazione comunale  possiamo pensare di raccogliere le grandi sfide che l’emergenza ambientale ci pone”.

Il presidente di Alerr Foundation, Maurizio Picchi ha evidenziato che il 2010 è un anno importante per chi intende dotarsi di pannelli solari e fotovoltaici, perché sono ancora in essere consistenti contributi e detrazioni che potrebbero non essere disponibili in futuro, poiché a livello governativo si sta valutando se confermarli o meno.
“Le imprese del settore, inoltre – ha aggiunto Picchi – rispetto a due anni fa hanno considerevolmente ridotto i loro prezzi di una percentuale che va dal 15 al 20%, per cui credo che sia il momento giusto per privati cittadini e piccole imprese per approfittare di questa favorevole congiuntura”.

Nel corso dell’incontro con la stampa l’assessore Ciacci ha poi annunciato il prossimo svolgimento di un seminario sull’efficienza energetica in programma a Capannori il 20 marzo, per la presentazione della campagna  ‘E’ ora di cambiare’, promossa dalla Regione Toscana in via sperimentale in un Quartiere di Firenze.

Si tratta di dar vita ad uno sportello informativo con l’obiettivo di diffondere informazione ai cittadini professionisti e amministratori di condominio sulle agevolazioni connesse agli interventi sul risparmio energetico. Una misura che permette di scaricare dalle tasse nell’arco di 5 anni il 55% del costo sostenuto per tutta una sere di interventi alla casa.

Fonte: www.comunivirtuosi.org

eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ABOUT
  • CONTACT