Home»Foto»Il porta a porta contagia anche Vinci!
Raccolta differenziata

Il 1° febbraio 2010 il Comune di Vinci (FI), 14.500 abitanti, ha detto addio i cassonetti stradali dei rifiuti ed al sistema di tariffazione presuntivo;  la campagna di preparazione alla raccolta porta a porta con tariffa puntuale è già molto avanzata e sta progressivamente conquistando il consenso dei cittadini nonostante le difficoltà iniziali che questo sistema comporta.

Nell’organizzare il porta a porta il Comune di Vinci ed il gestore del servizio, Publiambiente SPA, sono partiti da precedenti esperienze in Europa ed in Italia, in particolare quella del Consorzio Priula nel Trevigiano, ma hanno fatto anche tesoro di esperienze negative introducendo perfezionamenti al sistema.

Vinci fa parte del Circondario Empolese Valdelsa, un insieme di 11 comuni nel cuore della Toscana ed è il terzo comune di questo Circondario a partire con questo sistema di raccolta dopo Montespertoli e Montelupo, ma entro il 2012 tutti i comuni, con i loro 180.000 abitanti e le 10.000 imprese, effettueranno la raccolta porta a porta con tariffa puntuale.

Nei due comuni dove il porta a porta è già iniziato si è passati dal 40 % di raccolta differenziata al 90% di buona qualità.

Il nuovo sistema di raccolta ha rapidamente modificato mentalità e comportamenti dei cittadini e delle imprese, introducendo nel senso comune un atteggiamento più attento, responsabile e parsimonioso.

Elemento irrinunciabile del sistema adottato è la tariffazione puntuale. Metà della tariffa, la parte fissa, è determinata secondo parametri prefissati classici e metà in base al numero di svuotamenti dell’indifferenziato che si prevede, a regime, intorno a circa 8-12 svuotamenti annui per famiglia.

Rispetto alla raccolta con cassonetti il fabbisogno di personale con il porta a porta incrementa di 4-5 volte, essendo necessario circa un addetto ogni 600 abitanti contro il precedente rapporto 1:3000; il costo della fase di raccolta raddoppia; tuttavia la riduzione drastica della massa da smaltire, delle  ecotasse ed il recupero di contributi CONAI e di proventi dalla vendita di materie seconde, è tale da compensare in prospettiva questo aggravio dei costi di raccolta. Inoltre la tariffazione puntuale è percepita diversamente in quanto più equa e quindi più accettabile.

Altro elemento indispensabile del servizio è la contemporanea realizzazione di un centro di raccolta rifiuti comunale presidiato, aperto 12 ore su 24, dove i cittadini potranno periodicamente conferire per lo più gratuitamente rifiuti particolari come beni durevoli di consumo e rifiuti urbani pericolosi.

Una scelta che fino a due tre anni fa pareva temeraria, oggi, grazie ad una capillare campagna di comunicazione e  alla luce dei crescenti costi di smaltimento dei rifiuti e della sostenuta domanda di materie seconde da parte dell’industria, è accolta dall’opinione pubblica come necessaria e naturale.

Auspicando che nei prossimi anni questo sistema di raccolta abbia la massima diffusione in Italia, invitiamo quanti sono interessati a visitare il sito web: www.comune.vinci.fi.it (ultima voce sotto IL COMUNE in alto a sinistra “Raccolta porta a porta”) o a contattare lo Sportello Ambiente del Comune di Vinci – tel 0571 933253 – fax 0571 56331 – e-mail ambiente@comune.vinci.fi.it .

Fonte: www.comunivirtuosi.org


eBook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Contatti

Uomoplanetario.org

Email

Telefono+39 (340) 1046944

×
  • HOME
  • ECOLOGIA
  • ABOUT
  • CONTACT